GIAPPONE, CALDO KILLER: 41 GRADI E 40 MORTI/ Ultime notizie Tokyo, “grave pericolo per la salute pubblica”

- Emanuela Longo

Giappone, caldo record negli ultimi giorni: superata la temperatura di 41 gradi ma è già emergenza fino ad agosto. Almeno 40 decessi e migliaia di persone in ospedale.

sole_giappone_pixabay
Giappone, caldo record (Pixabay)

Dallo scorso 9 luglio il Giappone si ritrova a fronteggiare una nuova emergenza meteo, questa volta a causa delle elevate ed inattese temperature altissime che hanno portato a far registrare un nuovo record con oltre 41 gradi. Le più alte da quando vengono misurati ii dati con regolarità, ovvero dal 1880. A Kyoto, come riporta Lifegate, la colonnina di mercurio ha raggiunto a sorpresa i 38 gradi. In media nell’arcipelago dalla prima decade di luglio si sono registrati 35 gradi ma le previsioni non lasciano sperare nulla di buono poiché il fenomeno dovrebbe durare ancora per diversi giorni rappresentando “un grave pericolo per la salute pubblica”. Sono infatti già 40 i decessi confermati e legati al caldo estremo mentre oltre 10mila persone sono state ricoverate a causa dei malori avvertiti soprattutto a causa dell’alto tasso di umidità e che hanno portato a percepire molti più gradi di quelli effettivi. Solo a Tokyo nell’ultimo weekend i 34 gradi raggiunti sono stati avvertiti come 40. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

TEMPERATURE RECORD IN GIAPPONE

Il Giappone nella morsa del caldo come mai prima d’ora. La colonnina di mercurio è salita in modo incredibile negli ultimi giorni fino a raggiungere addirittura i 41,1 gradi a Kumagaya, a 80 km nord di Tokyo. Quello registrato, come spiega l’agenzia di stampa Ansa, rappresenta il livello più alto evidenziato dall’Agenzia meteorologica nazionale che aveva fissato il precedente record nella città di Shimanto il 12 agosto di cinque anni fa dove nella prefettura di Kochi a sud ovest del Paese erano stati toccati per la prima volta i 41 gradi. L’ondata di caldo torrido in Giappone, intanto, ha anche portato con sé non poche conseguenze negli stessi abitanti dove al momento il bilancio delle vittime è salito a ben 40, mentre sarebbero in migliaia le persone ricoverate negli ospedali nazionali, per la maggior parte anziani. Solo lo scorso sabato le altissime temperature hanno causato undici decessi e questo ha fatto scattare un piano di emergenza con l’impiego di un numero record di ambulanza, oltre 3000, al fine di poter riuscire a gestire al meglio la situazione.

EMERGENZA CALDO FINO AD AGOSTO

All’inizio di luglio le alluvioni che hanno interessato il Giappone avevano provocato oltre 200 morti. Ora la situazione sembra essersi ribaltata ed almeno per i prossimi giorni proseguirà l’allarme caldo intenso nell’arcipelago e che già continua a seminare ulteriori decessi. Quella registrata nelle ultime giornate è un’ondata di caldo anomalo e senza precedenti. Per i giapponesi che sperano nell’abbassamento delle temperature, però, le notizie non sembrano essere affatto positive poiché, dall’ultimo bollettino meteo sarebbe emerso che il fronte di alta pressione proseguirà, mantenendo le temperature elevate almeno fino ai primi di agosto. Sono 39 – su 47 – le prefetture dove l’allerta resta ai massimi livelli. Lo scorso sabato già alle 7.30 del mattino la colonnina di mercurio sfiorava i 32 gradi e nell’intera giornata, come riporta TgCom24, c’è stato il record di ambulanze impiegate, ovvero 3091 come non avveniva dal 1936, quando furono creati i servizi di emergenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori