Mamma sopravvive al tumore: figlio la uccide fuori dalla chiesa/ Pugnalata al collo, aveva già denunciato ma…

Mamma sopravvive al tumore: figlio la uccideall’esterno di una chiesa. Il 21enne affetto da problemi mentali, la vittima lo aveva già denunciato in passato

03.01.2019 - Emanuela Longo
Uccide e fa a pezzi la nonna 90enne
Uccide e fa a pezzi la nonna 90enne (Pixabay)

Era riuscita a sopravvivere al tumore ma non alla furia assassina del figlio 21enne che l’ha pugnalata al collo davanti a tutti, all’uscita di una chiesa nel Maryland. La drammatica storia, riportata da Yahoo.com, sta facendo il giro del mondo per la sua brutalità. L’orrendo omicidio si è consumato lo scorso 28 dicembre quando Kevin Justin McGuigan si è scagliato contro la madre, la 49enne Jaclyn McGuigan, uccidendola brutalmente davanti al Saint Raphael sulla Dunster Road, a Rockville. Inutili i soccorsi: una volta giunti sul posto per la donna non c’era più nulla da fare. Il 21enne è stato arrestato la mattina seguente dopo una breve fuga con l’accusa di omicidio di primo grado. Dalle indagini è poi trapelata una drammatica verità: già nel 2016 la vittima, madre di tre figli, aveva chiesto ed ottenuto l’allontanamento di ragazzo dalla casa di famiglia e lo stesso tribunale aveva garantito alla donna 12 mesi di protezione. Da tempo, il 21enne affetto da disturbi mentali aveva manifestato un atteggiamento violento nei confronti del genitore ed il gesto verso la madre non ha infatti sorpreso gli altri due fratelli, messi al corrente della tragedia immane.

MAMMA SOPRAVVIVE A TUMORE, FIGLIO MALATO LA UCCIDE

La madre sopravvissuta al tumore, conosceva bene i problemi del figlio 21enne ma nonostante questo non ha potuto evitare il peggio. Nelle sue denunce la donna diceva: “Mi ha minacciato più e più volte e picchiato in molte occasioni. Ha un problema con la droga ed ha disturbi mentali. Mi ha spesso accusato di sapere cose su di lui, e ha minacciato che mi avrebbe ucciso. E’ paranoico per via dei farmaci”. Per tale ragione chiedeva ripetutamente di essere prpoliotetta. Già in passato Kevin aveva anche “picchiato violentemente” il fratello Jacob, all’epoca 15enne. Nonostante ciò nel 2017 il tribunale non rinnovò l’ordine di protezione a favore della famiglia McGuigam che rimase da sola a doversi difendere dal ragazzo problematico. Jackie dovette anche combattere con il tumore al seno che riuscì a sconfiggere lo scorso luglio ma la felicità ebbe per la donna una durata brevissima. Secondo le ricostruzioni, lo scorso 28 dicembre Kevin diede appuntamento alla madre presso la chiesa di Saint Raphael ma nel parcheggio aggredì la donna, uccidendola davanti a tutti. I testimoni, sotto choc, non riuscirono ad impedire il peggio e poche ore dopo la fuga il 21enne fu identificato ed arrestato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA