ARABIA SAUDITA, STOP AI DIVORZI SEGRETI/ Donne riceveranno sms dai tribunali: per i mariti è finita la pacchia

Arabia Saudita, stop ai divorzi segreti. Donne riceveranno sms dai tribunali per essere informate: cosa cambia e perché per i mariti è finita la pacchia.

06.01.2019 - Dario D'Angelo
Arabia Saudita, divorzi segreti (foto Twitter)

Per usare un’espressione in voga in Italia di questi tempi, si può dire che sul fronte dei divorzi, per i mariti dell’Arabia Saudita, sia finita la pacchia. Sì, perché come riportato dall’Ansa, a partire da oggi è entrata in vigore una nuova direttiva del ministero della giustizia che mette fine alla possibilità che gli uomini mettano fine al matrimonio senza neanche informare la moglie. Secondo il provvedimento del governo saudita, da ora in poi i tribunali saranno tenuti ad inviare un sms sul telefono delle donne in questione. Sembra una questione al quanto paradossale, ma non lo è: in Arabia Saudita sono tante le donne che hanno continuato a vivere con i loro ex mariti non sapendo che questi avevano chiesto ed ottenuto il divorzio. Un passo avanti sul fronte dei diritti delle donne, nei giorni in cui proprio l’arretratezza dei costumi ha messo sotto accusa la disputa della finale di Supercoppa italiana tra Milan e Juventus a Gedda.

ARABIA SAUDITA, STOP AI DIVORZI SEGRETI

Ma nel concreto in cosa si tradurrà la direttiva del ministero della giustizia che pone fine ai divorzi segreti in Arabia Saudita? Un avvocato divorzista, Somayya Al-Hindi, citato dalla Saudi Gazette, ha spiegato che l’invio di sms dopo le sentenze da parte dei tribunali “metterà fine a ogni tentativo di imbrogliare o impadronirsi dell’identità delle donne per assumere il controllo dei loro conti bancari e proprietà, usando procure precedentemente emesse”. Un altro avvocato, Nisreen al-Ghamdi, ha sottolineato poi un altro aspetto, sempre legato alla questione dei diritti delle donne e alla loro indipendenza. Secondo il legale, infatti, grazie a questa direttiva sarà garantito che alle donne vengano riconosciuti i loro diritti di donne divorziate, compreso quello agli alimenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA