UCCIDE LA MOGLIE A COLPI DI RASTRELLO/ Aveva cercato su Google come eliminarla

- Paolo Vites

Uccide la moglie che lo tradiva a colpi di rastrello, è successo negli Stati Uniti: cercò su Google come fare ad ucciderla

polizia-americana-auto_R439
Immagini di repertorio

“Se mi troverete morta vorrà dire che mio marito mi ha uccisa” aveva detto Amy Mullis a un amico qualche mese prima che effettivamente il marito Todd la uccidesse. La coppia, originaria dello stato dello Iowa in America, aveva evidenti problemi da tempo. Quando poi lui ha scoperto che lei lo tradiva con un altro uomo, non ci ha pensato due volte. Purtroppo per lui è stato così stupido da fare ricerche su google per trovare il modo migliore come ucciderla: la polizia ha infatti trovato sul suo computer ricerche del tipo “come uccidere una moglie infedele”. Sposati dal 2004, i due avevano tre figli. Lo scorso 10 novembre, ricerche su internet a parte, l’uomo ha avuto uno scatto di rabbia e ha preso quello che aveva a portata di mano, un rastrello, con cui ha colpito la moglie diverse volte fino a ucciderla. Dopo averlo fatto ha chiamato i soccorsi, dicendo che il figlio tredicenne lo aveva chiamato in aiuto e trovato la moglie senza conoscenza ferita a sangue.

ORA CARCERE A VITA

Alla polizia disse che la moglie era in posizione rannicchiata con un rastrello infilzato nella schiena e che si trattava sicuramente di un incidente. La famiglia aveva una piccola fattoria e la coppia stava lavorando nel recinto dei maiali, spiegò. Dopo averle tolto il rastrello dalla schiena la portò all’ospedale dove venne dichiarata morta. Dopo alcune indagini gli investigatori scoprirono che la donna era spaventata a morte dal marito e voleva lasciarlo, non dormivano insieme da mesi. Il giorno della sua morte Amy aveva scritto un messaggio a una amica dicendole che la situazione era tesissima e non era più sicura di nulla. Gli esami sul corpo della donna hanno poi rivelato che le ferite sul corpo non potevano corrispondere a quanto sosteneva il marito, a un incidente, ma erano frutto di un attacco. A quel punto l’uomo è stato arrestato con una cauzione di 5 milioni di dollari, se giudicato colpevole di omicidio di primo grado verrà condannato al carcere a vita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA