MORTA 18ENNE CHE MINACCIAVA STRAGE IN SCUOLE/ Era ossessionata da Columbine

- Paolo Vites

Colorado, Stati Uniti: trovata morta la ragazza 18enne che avrebbe minacciato una strage nelle scuole della zona 20 anni dopo Columbine

Polizia Usa, stragi scuole
Polizia Usa, stragi scuole (LaPresse)

Un aggiornamento, doveroso, della notizia incredibile giuntaci da Denver: è stata trovata morta Sol Pais, la 18enne che minacciava di compiere stragi nelle scuole del Colorado per “celebrare” i 20 anni dal terribile attentato alla Columbine High School. La Cnn ha fatto sapere, tramite fonte Fbi, «Non c’è più una minaccia per la comunità»: la ragazza si sarebbe uccisa, secondo quanto riportano fonti investigative ai media Usa ma ancora la certezza ufficiale non v’è. La 18enne Sol Pais sarebbe arrivata in Colorado lunedì sera e sarebbe la responsabile delle minacce nei confronti delle scuole di Denver. Diversi falsi allarmi sono di fatto emersi nelle ultime 48 ore, e nessuna bomba o reale minaccia è stata posta davanti o all’interno delle scuole della contea: ora il “giallo” si chiude con la morte della 18enne, anche se diversi elementi ancora non quadrano e l’Fbi dovrà chiarirli nelle indagini delle prossime giornate tra Columbine e Denver. (agg. di Niccolò Magnani)

18ENNE MINACCIA STRAGE NELLE SCUOLE

Si chiama Sol Pais, ha 18 anni e minaccia di compiere una strage in una scuola. Succede negli Stati Uniti: la misteriosa ragazza sarebbe arrivata nello stato del Colorado e ha come obbiettivo diverse scuole nella zona di Denver, nella mente ha una cosa sola: ripetere l’orribile strage del liceo Columbine che costò la vita a 13 studenti. E’ scattato l’allarme generale: una ventina di scuole sono state chiuse e blindate dalle forze dell’ordine. Quindi, dopo quella che si chiama stato di lockdown, si è passati a una fase più leggera, il cosiddetto lockout: l’attività scolastica rimane funzionante, ma è vietato entrare e uscire durante le lezioni. L’allarme è preso ancor di più sul serio in quanto il 20 aprile è proprio l’anniversario della strage di Columbine, accaduta nel 1999, mentre pochi giorni fa era l’anniversario di un’altra strage studentesca, quella di Virginia Tech in cui i morti furono ben 32.

LA PAGINA WEB CON LE MINACCE

C’era già stato un precedente: lo scorso dicembre una telefonata anonima alla Columbine High aveva detto che nella scuola c’era una bomba, ma fortunatamente si trattava di un falso allarme. Ma chi è la sospetta? Si tratta di una ragazza della Florida, apparentemente ossessionata dalla strage di Columbine, arrivata in aereo a Denver dove ha comprato un’arma ed è poi scomparsa. Le autorità la considerano pericolosa, è in atto una vera caccia all’uomo. Sol Pais è risultata frequentatrice di un sito web dove si parla di armi da fuoco, frasi inquietanti sulla vita e la morte del tipo “la vita è una cosa sopravvalutata, sono vuota dentro”. C’è poi un riferimento alla canzone The Nobodies di Marylin Manson che fu ispirata proprio dalla strage di Columbine. E infine queste parole: “Cerca di essere il miglior assassino che puoi”. Il sito, si pensa, sarebbe suo, anche se la giovane non ha nessun account attivo sui social network.

© RIPRODUZIONE RISERVATA