ELEZIONI UCRAINA 2019, RISULTATI/ Zelenskij ha vinto: è il nuovo Presidente

- Silvana Palazzo

Elezioni Ucraina 2019, risultati ballottaggio delle presidenziali: l’attore comico Zelenskij vola nei sondaggi ed è favorito sul presidente uscente Poroshenko

Elezioni Ucraina, il candidato-comico
Elezioni Ucraina, il candidato-comico Volodymyr Zelensky (LaPresse)

Vladimir Zelenskij è il nuovo presidente dell’Ucraina. L’attore e comico ha superato nel ballottaggio delle elezioni, secondo gli ultimi exit poll, il presidente uscente Pietro Poroshenko. Quest’ultimo ha sottolineato: “Il mese prossimo lascerò la mia carica. Questa è una scelta degli ucraini. Accetto questa decisione ma voglio però sottolineare che non abbandonerò del tutto la politica”. Sicuramente è interessante studiare il percorso di Zelenskij che da noto comico ha deciso di scendere in politica, facendo ovviamente finire il pensiero a quanto fatto da Beppe Grillo col Movimento 5 Stelle in Italia. Prima di sfidare Poroshenko è arrivata una vittoria netta sulla rivoluzionaria arancione Yulia Timoshenko che era vista dagli addetti ai lavori come la favoritissima finale e forse più adatta al ruolo. Al momento non sono arrivate parole da Zelenskij che comunque ha dimostrato già negli scorsi grande soddisfazione per tutta l’attenzione sorta attorno alla sua figura. Zelenskij si era definito davanti agli elettori come persona semplice con voglia di spezzare il sistema. Parole che probabilmente hanno avuto un ruolo determinante nella finale decisione del popolo nei suoi confronti. (Agg. Matteo Fantozzi)

ZELENSKIJ MOSTRA LA SCHEDA, MULTATO

Aperti i seggi in Ucraina: Poroshenko e Zelenskij si sfidano al ballottaggio delle elezioni presidenziali. Ma c’è già un “giallo”, ed è quello relativo all’attore comico che ha mostrato una scheda del voto. Il candidato è stato multato per aver mostrato ai giornalisti la scheda elettorale compilata prima di inserirla nell’urna. Considerato favorito, si è accorto della gaffe e ha scherzato con i reporter. «Ah, è contro la legge? Allora non vi ho fatto vedere nulla…». Ma era troppo tardi ormai. Nel pomeriggio al suo quartier generale si sono presentate le forze dell’ordine per il verbale. «Giusto, ho infranto la legge e la legge è uguale per tutti», ha commentato Zelenskij. Il portavoce della sua campagna elettorale, Dmitry Razumkov, ha pubblicato su Facebook le foto del verbale in questione. «Nuovo presidente, nuove regole. Tutti devono rispettare la legge», ha scritto. Intanto arrivano i dati relativi all’affluenza alle urne. Alle 11 del mattino ha raggiunto il 18,13 per cento. Lo ha riferito la Commissione elettorale centrale. Secondo quanto riportato da Interfax, l’affluenza alle urne nel ballottaggio è superiore a quella del primo turno del 31 marzo, quando i dati delle 11.00 erano pari al 16,65%. (agg. di Silvana Palazzo)

POROSHENKO RIMONTA ZELENSKIJ?

Poroshenko contro Zelenskij, resa di conti in Ucraina: ballottaggio per eleggere il nuovo presidente del Paese, è sfida all’ultimo voto tra i candidati del partito Solidarietà (Centrodestra) e del partito Servitore del popolo (populista). Il grande favorito è l’attore, che ha raccolto il 30 per cento delle preferenze al primo turno e che negli ultimi sondaggi è dato al 70 per cento: il presidente uscente è dunque nettamente sfavorito e c’è chi si chiede se è possibile la rimonta. Poroshenko ha puntato molto sul programma confuso e poco chiaro dello sfidante, che non è visto di buon occhio da osservatori e analisti stranieri: come riporta Il Post, è stato accusato di essere filorusso, di avere poca sostanza e di essere alle dipendenze dell’oligarca Igor Kolomoisky proprietario del canale tv che trasmette Servitore del popolo indagato per corruzione e riciclaggio di denaro. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

BALLOTTAGGIO UCRAINA 2019, SFIDA ZELENSKIJ-POROSHENKO

Elezioni presidenziali in Ucraina: oggi i cittadini sono chiamati a scegliere tra i due candidati che hanno ottenuto più voti al primo turno. Al ballottaggio sono finiti l’attore comico Valodomyr Zelenskij, con il 30 per cento delle preferenze, e il presidente in carica Petro Poroshenko, al 16 per cento. Venerdì i due candidati si sono confrontati inuma dibattito elettorale allo stadio Olimpico di Kiev. La città era blindata, con 10mila poliziotti in strada, traffico impazzito e locali pieni. Poroshenko e Zelenskij si sono affrontati senza esclusione di colpi: ognuno ha premuto sui rispettivi cavalli di battaglia. Se il presidente in carica ha attaccato l’inesperienza del comico, dall’altra è arrivata l’accusa di collusione in un sistema iniquo. A meno di colpi di scena, però, l’Ucraina farà un salto nel buio con l’attore, a cui i sondaggi attribuiscono oltre il 70 per cento delle preferenze. Il “novizio” politico parte dunque da grande favorito nel ballottaggio. Le elezioni presidenziali in Ucraina rappresentano una chance di svolta importante per un paese in guerra. A cinque anni dalla rivoluzione filo-occidentale di Maidan, gli ucraini sembrano pronti a rovesciare le carte in tavola scegliendo un attore comico di 41 anni.

ELEZIONI UCRAINA, ZELENSKIJ FAVORITO SU POROSHENKO

Per molti osservatori molto probabilmente il nuovo presidente dell’Ucraina sarà Volodomyr Zelenskij. I sondaggi e il successo del 31 marzo, al primo turno delle elezioni, parlano chiaro. Si presenta al ballottaggio forte di 5 milioni e 200mila consensi. Il comico e produttore tv si è assicurato un sorprendente 30,2 per cento di preferenze, quasi il doppio del presidente uscente, Petro Poroshenko. Sono stati sbaragliati gli altri 37 candidati, quindi la corsa al ballottaggio è tra due uomini che si giocano il tutto per tutto. La “fiction” sta per trasformarsi in realtà istituzionale? In una serie tv Zelenskij ha interpretato un insegnante di storia che vince per caso le elezioni presidenziali dopo che online viene pubblicato un filmato in cui lancia un’invettiva appassionata contro la corruzione del governo. La serie, “Servo del popolo”, porta il nome del suo partito politico. Le ombre riguardano invece, come riportato da Avvenire, i rapporti con il controverso oligarca Ihor Kolomoisky, proprietario del canale tv 1+1 dove il comico lavora. Nessuno è libero dunque dalle influenze oligarchiche?

La vigilia elettorale comunque ha regalato suspence. Alle 21 di ieri la sesta Corte d’Appello di Kiev ha cominciato ad esaminare la causa dell’avvocato Andrij Khilko che chiedeva di annullare la candidatura alla presidenza dell’Ucraina di Zelenskij. E quindi di annullare il ballottaggio di oggi. Ma la richiesta, come riportato da Repubblica, è stata respinta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA