La Chiesa abbraccia l’Imam/ Ghana, gran muftì festeggia i 100 anni con i cristiani

- Paolo Vites

Il gran mufti del Ghana ha festeggiato i suoi cento anni in una chiesa cattolica della capitale Accra

imam ghana 1
Foto da twitter

Il Ghana è uno dei pochi paesi africani a maggioranza cristiana, i musulmani infatti costituiscono circa il 18% della popolazione. Fino a 26 anni fa non esisteva una guida spirituale, cosa che è stata risolta quando è stato nominato capo imam Sheikh Sharubutu. Il capo degli islamici del Ghana ha appena compiuto cento anni e in un bel gesto di unità e fratellanza, l’importante compleanno è stato festeggiato anche in chiesa, avvenimento che è è diventato virale una volta postato su internet. Sheikh Osman Sharubutu è stato invitato a partecipare alla messa di pasqua in una chiesa della capitale Accra, una foto del gran mufti insieme al parroco padre Andrew Campbell sull’altare della chiesa è stata diffusa su twitter.

MUSULMANI E CRISTIANI INSIEME

In una strana quanto significativa coincidenza, era lo stesso giorno in cui avvenivano le stragi di cristiani nelle chiese nello Sri Lanka, a dimostrare che tra cristiani e musulmani non è detto che ci possa essere solo odio. Diversi musulmani ghanesi hanno però criticato l’imam per essersi recato in chiesa: lui ha risposto che era un gesto per sottolineare i valori di tolleranza e amicizia. Ha spiegato che quello che lui voleva far capire è stato che che l’Islam, normalmente considerato una religione malvagia, di odio per il diverso, di guerra, è invece una religione le cui radici si trovano nell’amore, pace e perdono. Molti i commenti positivi su twitter. C’è chi ha scritto che “ognuno può emulare il grand mufti, può provare ad avvicinarsi al prossimo anche se di religione diversa e anche con piccoli gesti come questo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA