Tolosa, 17enne sequestra 4 donne poi si arrende/ “Lo faccio per i gilet gialli”

- Carmine Massimo Balsamo

Un 17enne è stato arrestato a Tolosa dopo aver sequestrato 4 donne in un bar

Tolosa, cinque persone in ostaggio di uomo armato
Tolosa, cinque persone in ostaggio di uomo armato

Si è temuto il peggio ieri a Tolosa, nel sud della Francia, quando un sequestratore ha tenuto in ostaggio per diverse ore in un bar quattro donne. A seguito di una lunga trattativa il giovane si è arreso, rilasciando gli ostaggi e consegnandosi alle forze dell’ordine senza opporre alcuna resistenza. Il responsabile dell’atto criminale, un giovane 17enne già noto alle forze dell’ordine, e che ha fatto passare attimi di terrore ai suoi ostaggi. Durante il sequestro si è tenuto anche uno scontro a fuoco fra lo stesso aggressore e la polizia, e solo per puro caso nessuno si è fatto male. Subito dopo l’arresto è scattata la perquisizione dell’abitazione del 17enne di nome Yanis, dove è stata rinvenuta una sorta di lettera testamento in cui lo stesso si mostrava preoccupato per il suo stato di salute (forse era depresso) e che si diceva «dispiaciuto di avere fatto questo. Se non lo faccio – aggiunge – nessuno si muoverà. Voglio fare di tutto affinché i gilet gialli vincano la loro battaglia». Una testimone ha invece raccontato che il giovane è entrato nel bar con un casco in testa e il volto scoperto. Con se aveva anche una telecamera GoPro per riprendere tutta la scena. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TOLOSA, 17ENNE SEQUESTRA 4 DONNE POI SI ARRENDE

Nessun morto e nessun ferito a Tolosa: sono state liberate le quattro donne prese in ostaggio da un 17enne in un bar di Blagnac, con il sequestratore che è stato arrestato dalle forze dell’ordine. Yanis, questo il nome dell’assalitore, aveva lasciato nella sua abitazione una lettera testamento in cui si mostra preoccupato per il suo stato di saluto e in cui dichiara di voler agire per il movimento dei gilet jaunes. Come sottolinea il Corriere della Sera, era noto alle forze dell’ordine per alcuni piccoli furti ed a dicembre era stato fermato a margine di una manifestazione. Presentatosi come «braccio armato dei gilet gialli», il diciassettenne ha sparato due volte in aria dopo aver minacciato di uccidere uno degli ostaggi qualora non fosse stato rimosso il perimetro di sicurezza. Il giovane ha parlato per ore con il negoziatore, a mezzanotte è giunta la svolta: è uscito dalla tabaccheria di sua spontanea volontà e si è consegnato alle forze dell’ordine. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

“IO BRACCIO ARMATO DEI GILET GIALLI”

È un ragazzo di 17 anni che sta tenendo sotto scacco la polizia di Tolosa dopo aver sequestrato 5 donne nel bar tabacchi di Blagnac: è armato e come abbiamo già documentato qui sotto, ha sparato agli agenti che tentavano di fare irruzione nel locale per sventare l’allarme sicurezza. Secondo quanto riportato dai media francesi Lci e Bfm-Tv, il sequestratore si è presentato come «il braccio armato dei gilet gialli», il movimento che da oltre 6 mesi “incendia” ogni sabato le principali città della Francia. Gli ostaggi iniziali erano 5 ma al momento, assicura La Depeche, sarebbero “solo” 3 le donne rimaste con l’assalitore: «reclama un negoziatore e minaccia di abbattere un ostaggio se il perimetro di sicurezza eretto dalle forze dell’ordine non verrà allentato», riporta Le Parisien. Secondo i media, il 17enne si chiamerebbe Yanis e sarebbe già noto alla polizia visto che a metà dicembre fu fermato e schedato durante una manifestazione dei gilet gialli proprio a Tolosa. (agg. di Niccolò Magnani)

SPARI CONTRO POLIZIA

Paura a Tolosa: cinque persone sono state prese in ostaggio in una tabaccheria di Blagnac. Secondo una primissima ricostruzione, l’assalitore è armato e avrebbe aperto il fuoco contro la polizia per due volte: richiesto l’intervento di un negoziatore, con la minaccia di uccidere una delle persone in ostaggio se il perimetro di sicurezza non sarà rimosso. La Procura locale ha escluso per il momento l’ipotesi terrorismo, più probabile un tentativo di rapina: la polizia ha chiesto sui social network di non avvicinarsi alla zona. I colleghi di Le Figaro riportano inoltre che l’assalitore, oltre a una pistola, avrebbe con sé un casco e una Go Pro. Sul posto è giunto anche il ministro dell’Interno Christophe Castaner.

TOLOSA, 5  PERSONE IN OSTAGGIO DI UOMO ARMATO: LE ULTIME NOTIZIE

Pochi minuti fa l’assalitore ha rilasciato un ostaggio, che ai microfoni di Actu Toulouse ha affermato: «E’ entrato nella tabaccheria verso le ore 16.15: è entrato con un casco in testa ma la sua faccia non era nascosta. Con sé aveva una videocamera appesa sul petto e ci ha detto che lo faceva “per il nostro bene”». Le Figaro evidenzia che il possibile rapinatore ha appena 17 anni ed è già noto alle forze dell’ordine: al momento non è ancora chiara la dinamica dei fatti e la natura di questo fatto, si sa solo che ha chiesto l’intervento di un negoziatore. A Blagnac è giunta anche un’unità del Raid direttamente dalla base di Bievres, mobilitate ingenti quantità di polizia e forze speciali per affrontare la situazione: il prefetto dell’Haute-Garonne e della regione Occitanie, Etienne Guyot, sono arrivati nella zona: non ci resta che attendere novità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA