Eugenia Rigotti lascia Uomini e Donne/ Toccante discorso di Maria De Filippi

- Stella Dibenedetto

Eugenia Rigotti, corteggiatrice di Massimiliano Mollicone a Uomini e Donne annuncia la decisione di lasciare la trasmissione, il discorso di Maria De Filippi…

eugenia rigotti uomini e donne min 640x300
Screenshot da video

Eugenia Rigotti lasca Uomini e Donne. Dopo aver ascoltato le parole di Massimiliano Mollicone che ha ammesso di provare più un’attrazione mentale che fisica, Eugenia, su consiglio di Maria De Filippi, ha deciso di lasciare la trasmissione. La decisione di Eugenia ha spiazzato il tronista che è rimasto in silenzio, al centro dello studio, mentre Giacomo Czerny, Samantha Curcio, Gianni Sperti e Ida Platano si complimentavano con Eugenia per la sua intelligenza sottolineando, inoltre, la sua bellezza naturale. A colpire tutti, tuttavia, è stato soprattutto il discorso di Maria De Filippi che, dopo aver ascoltato le parole di Massimiliano e i dubbi di Eugenia, ha deciso di esprimere ciò che avrebbe fatto lei al posto della giovane corteggiatrice. “Io me ne andrei”, ha ammesso la conuttrice.

IL DISCORSO DI MARIA DE FILIPPI PER EUGENIA RIGOTTI

Maria De Filippi esprime la propria ammirazione per Eugenia Rigotti che definisce una ragazza dotata di una grande intelligenza e per nulla interessata alla notorietà. “Mi fa paura”, ammette Eugenia. “E’ giusto che lei vada via ed è giusto che tu ti accorga, ad un certo punto, di provare qualcosa per lei”, aggiunge la conduttrice. “Non avrei detto me ne andrei ad un’altra persona se avessi reputato che quest’altra persona è, tra virgolette, qui più per una questione televisiva che per altro. Dalle cose che ho sentito dire da te in queste settimane ho tutt’altra percezione di te. Penso che tu sia una persona molto intelligente e meriti tanto dalla vita per come sei. Non penso che tu sia a caccia di notorietà e proprio per quello ti dico quello che penso sia giusto per te” dice ancora la conduttrice convinta che Eugenia si sia creata “delle aspettative senza avere una conoscenza di Massimiliano così profonda da potertele creare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA