Faber-Castell l’azienda di matite di Ottilie/ Simbolo mondiale da 667 milioni di euro

- Emanuele Ambrosio

Faber-Castell è l’azienda fondata nel 1761da Kasper Faber e poi passata alla nipote Ottilie von Faber e al marito il Conte Alexander zu Castell-Rüdenhausen

Faber-Castell

Faber-Castell è la famosa azienda tedesca delle matite colorate, diffusa in più di cento paesi in tutto il mondo. Fondata nel 1761 da Kaspar Faber a Norimberga, diventa nota a livello internazionale per la produzione delle sue matite. Dal 1880 al 1975 l’azienda Faber-Castell si afferma ulteriormente con la produzione di regoli calcolatori. Al momento Faber-Castell ha ampliato la sua produzione e si occupa di ogni materiale di cancelleria. Nella sua gamma di prodotti matite, temperini, gomme per cancellare, materiali scolastici, pennarelli, acquarelli, mine, penne stilografiche e molto altro. L’azienda tedesca è inoltre nota per le sue penne artistiche PITT che usano un inchiostro di china senza acidi. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Faber-Castell, i suoi prodotti in oltre 100 paesi

Faber-Castell è l’azienda fondata nel 1761 da Kasper Faber e poi passata alla nipote Ottilie von Faber e al marito il Conte Alexander zu Castell-Rüdenhausen. La contessa è protagonista del film per la tv “Ottilie Von Faber-Castell – Una donna coraggiosa” in onda martedì 8 settembre 2020 in prima serata su Raiuno. Al centro del film per la tv la vita di Tilly, la figlia di Kasper Faber fondatore della celebre azienda tedesca presente in più di cento paesi. Fondata nel 1976 a Norimberga, l’azienda si è fatta conoscere in tutto il mondo per la produzione di matite e non solo visto che è stata anche una delle aziende più importanti nella produzione dei principali produttori di regoli calcolatori. Oggi è una delle aziende più famose al mondo i cui prodotti sono venduti in più di 100 paesi. All’interno del suo vastissimo catalogo ci sono per lo più prodotti dedicati al mondo della cancelleria come matite a grafite e colorate, pastelli, carboncini, gomme per cancellare, temperini. Spazio anche ad un variegato catalogo di articoli di cancelleria dedicati al mondo della scuola come matite, acquerelli, pennelli, pennarelli, pastelli a cera, impasti modellabili, pastelli ad olio, blocchi da disegno. Non solo, tra i prodotti più richiesti della Faber-Castell anche materiali indispensabili per il disegno tecnico come mine e portamine, ma anche penne di vario tipo: dal modello a sfera, refills fino alla penna stilografiche.

Faber-Castell, la storia dell’azienda

Fondata nel 1761 da Kasper Faber, l’azienda Faber-Castell si ritrova molto presto senza una guida visto che Wilhelm von Faber muore a soli 42 anni a causa di un infarto. Una morte improvvisa che Kasper Faber morire senza aver dato alla luca un erede maschio. Dopo la sua morte nel 1986 l’unica erede di famiglia è la giovanissima Ottilie, la nipote non ancora maggiorenne che diventa prima di tutto proprietaria della vasta tenuta appartenente alla fondazione di famiglia. La società A.W. Faber non era però inclusa nella fondazione, ma Ottilie riesce ugualmente ad entrare nelle quote dell’azienda grazie alla quota esclusiva della vedova di Lothar, Ottilia senior. Nel testamento Lothar aveva precisato come suo ultimo  lasciato che sua moglie avrebbe dovuto “mantenere le organizzazioni da lui introdotte” affidando la gestione dell’azienda a dipendenti fidati. Ottilie Tilly von Faber diventa così la proprietaria dell’azienda che molto presto diventare Faber-Castel visto che a donna sposa il Conte Alexander zu Castell-Rüdenhausen nel 1898. Il nome Faber non poteva assolutamente essere rimosso visto che Lothar von Faber aveva deciso che il nome “Faber” sarebbe dovuto rimanere anche in caso di matrimonio dell’erede. L’azienda diventa così Faber – Castell diventando poi nel corso degli anni un colosso a libello mondiale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA