Fabio Canino/ Contro Raimondo Todaro: “La gente non è stupida, capisce” (Ballando)

- Morgan K. Barraco

Fabio Canino ha alzato i toni solo nei confronti di Raimondo Todaro. Il giudice di Ballando con le stelle 14 ha criticato l’atteggiamento del ballerino professionista.

Fabio Canino
Fabio Canino giudice di Ballando con le stelle

Fabio Canino ha scelto di fare sua la linea docile per le ultime puntate di Ballando con le Stelle 2019. Fra i pochi giudici a cercare di essere più un intermediario che un critico acceso, il giurato ha preferito non scaldare il fuoco in occasione dello scontro fra Enrico Lo Verso e Ivan Zazzaroni. L’attore infatti ha sfidato il giudice, invitandolo a seguirlo in una serata di teatro per scoprire che cosa si prova a stare al fianco di un professionista. Parole che hanno lasciato quasi interdetto Zazzaroni e che hanno incontrato invece la spiegazione immediata da parte di Canino, che ha cercato così di spegnere i toni. Lo stesso non si può dire invece per quanto riguarda Raimondo Todaro, verso cui si è scagliato ancora una volta. Senza perdere il sorriso che più lo caratterizza, Canino ha sottolineato infatti che il pubblico sarebbe ormai stufo delle continue polemiche del ballerino. “La gente non è stupida, capisce”, ha aggiunto anche insinuando che la mossa di Todaro di andare contro l’intera giuria sia legata solo alla volontà di rimanere al centro dell’attenzione. In un modo o nell’altro.

Fabio Canino ai Diversity Media Awards

Ultima puntata di Ballando con le Stelle 2019 anche per Fabio Canino, che nel frattempo ha scelto di fare un grande regalo a tutti i fan. Il suo libro Le parole che mancano al cuore è disponibile infatti su Amazon, edizione SEM, anche in versione autografata. Ha ritirato inoltre il premio Diversity Media Awards che è stato assegnato al dance show come miglior programma tv, per via del suo impegno nella battaglia contro le diversità di genere, etnia, disabilità e identità. Il trofeo ha viaggiato in queste ore in treno al fianco di Canino, che lo mostra orgoglioso nelle Stories di Instagram. Un traguardo non solo per il testimone portato avanti da Milly Carlucci, ma anche per lo stesso giudice che si è sempre schierato contro ogni tipo di discriminazione. Lo si intuisce anche dai suoi verdetti, che puntano più sull’aspetto armonico delle esibizioni piuttosto che sulla tradizionalità difesa da Ivan Zazzaroni. Nel corso di quest’edizione, Canino ha ricordato spesso al collega giudice quanto avvenuto l’anno scorso, per via della presenza di Giovanni Ciacci e le critiche che Zazzaroni ha diretto nei suoi confronti, a causa della volontà del concorrente di ballare con un professionista uomo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA