Fabio Fazio/ “Da 38 anni in tv: David Sassoli? Suo vero capolavoro è la sua famiglia”

- Emanuela Longo

Fabio Fazio si racconta a Da noi a ruota libera: da 38 anni in televisione. Le sue interviste, i successi e le trasmissioni innovative

fabio fazio da noi a ruota libera 640x300
Fabio Fazio

Fabio Fazio, ospite di Francesca Fialdini a Da noi a ruota libera, ha anticipato il suo ritorno in tv, collegandosi con il programma di Rai1 dal suo studio di Milano. “Ho iniziato a far tv quando non avevo ancora 19 anni, con Raffaella Carrà”, ha svelato, “sono passati 38 anni. Ho trascorso più tempo in tv di quanto la tv ne avesse svolto prima che iniziassi a farla”. Tante le interviste realizzate nel corso di Che tempo che fa negli ultimi mesi, tutte con protagonisti grandi personaggi italiani ed internazionali. Per alcune di esse però, la Fialdini ha svelato di non avere i diritti per poterle trasmettere.

Come si fa ad intervistare Obama? “Siamo tenaci e la persecuzione dura un po’ di tempo. Poi il programma conquista anche una sua consistenza, si aggiungono sempre storie ed interviste e portiamo delle prove a nostro favore”, ha spiegato Fazio. “Il programma da una parte e la tenacia dall’altra ogni tanto ci si riesce, e poi l’ingrediente fondamentale è l’incoscienza”. Di Obama lo ha colpito maggiormente da una parte la cordialità e dall’altro il fatto che sin da subito sono entrati in sintonia.

Fabio Fazio racconta Raffaella Carrà e Mike Bongiorno

Raffaella Carrà ha insegnato a Fabio Fazio moltissimo. “Mi ha insegnato la leggerezza”, ha svelato l’ospite di Francesca Fialdini. “E poi che il nostro unico editore vero è il pubblico, essere onesto sempre ed obbedire a quella regola, il pubblico, che viene prima di tutto il resto”. Tra gli altri personaggi da lui raccontati c’è anche Mike Bongiorno. “Con lui avevo un rapporto bellissimo. Lo penso spesso con molta nostalgia. Mike è stato la televisione”, ha commentato, “quando l’ho visto la prima volta ero un bambino”. Di lui ha ammesso di avere tantissimi ricordi preziosi: “Mi dicono che sono davvero fortunato”, ha ammesso.

La tv anche Fabio Fazio ha contribuito a cambiarla, come nel caso di Quelli che il calcio: “Quell’esperienza rimane per me la più importante della mia carriera”, ha svelato. “Il calcio era un filo narrativo che consentiva di aggiungere altre storie”, ha aggiunto. Tra gli altri successi anche Anima Mia, Rischiatutto. Parlando del caso Burioni ha spiegato: “sulla scienza si gioca la salute delle persone, per questo non si possono accreditare informazioni che sono disinformazione”, riferendosi ai no vax. Luciana Littizzetto da anni rappresenta la sua spalla comica. “Luciana purtroppo è una delle cinque persone del mondo dello spettacolo che posso definire amiche e lo saremo per sempre”, ha commentato, ricordando alcuni aneddoti. Fazio ha ricordato anche la bravura e la leggerezza di Anna Marchesini: “E’ stata meravigliosa sempre. E’ la prova evidente del suo naturale talento che arriva da una grandissima donna, da qualcosa che hai dentro”. Infine, ha ammesso di aver già prenotato l’intervista con il prossimo presidente della Repubblica: “Vorrei che fosse una persona di cui andare orgogliosi tutti”.

Il ricordo di David Sassoli

Immancabile un ricordo a David Sassoli, scomparso di recente, intervistato da Fabio Fazio nel 2019 ed al quale è stato rivolto l’applauso di tutto lo studio. “David Sassoli? La sintesi di quello che ha costruito l’abbiamo potuta vedere nelle parole dei figli e della moglie. Il capolavoro della sua vita è stato aver costruito quella famiglia. Per quel che mi riguarda era una delle rarissime persone che una volta raggiunto il ruolo lo esercitava. Non era la fine di un percorso. A lui il ruolo serviva per esercitarlo e le sue parole corrispondevano ai suoi pensieri”.

“Lui sarebbe dovuto essere con noi questa sera”, ha aggiunto, “l’affetto di questi giorni da parte di tutti l’ho trovato un incoraggiamento importante per coloro che pensano che ci si possa affermare senza essere avversari ed antagonisti a tutti i costi. La sua inclusività è una dota di cui avremo bisogno”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA