Fabio Fazio “Parlare a Papa Francesco m’ha cambiato la vita”/ “Mio futuro? Pensione…”

- Alessandro Nidi

Fabio Fazio, conduttore di “Che tempo che fa”, ha parlato del suo avvenire in televisione: “Ho quasi 58 anni, potrei farmi fare i conti…”

Che tempo che fa
Fabio Fazio (screenshot da video)

Fabio Fazio ha concesso un’intervista ai microfoni di “TV Sorrisi & Canzoni”, al cui interno ha descritto le sensazioni e le emozioni alla vigilia dell’ultima puntata stagionale di “Che tempo che fa”, capace di fare segnare numeri sorprendenti su Rai Tre. Il segreto di tale successo, a giudizio del conduttore, è da ricercarsi nella formula del talk show, che predilige il dialogo “one to one” senza scontri e urla: “Puntiamo alla completezza informativa, alla competenza e alla chiarezza. Un esempio sono le lezioni del professor Roberto Burioni, che in materia di Covid non ha dato adito a dubbi. E la serietà, alla fine, premia”.

Inevitabilmente, il momento più emozionante è stato quello dell’intervista a Papa Francesco, realizzata proprio nel corso della stagione attuale. Un’istantanea che Fabio Fazio ha descritto così: “Parlare con il Papa ti cambia la vita, sento ancora l’emozione. Mi ha colpito la semplicità con cui il Santo Padre sa affrontare i temi primari dell’esistenza, il Bene e il Male, il diritto, la morale. Abbiamo parlato anche di guerra. Di lì a pochi giorni sarebbe stata invasa l’Ucraina e lui lo presentiva. Ha detto che la guerra è ‘distruzione’, che non significa solo macerie fisiche. Ma è l’anti-creazione, l’opposto della natura umana, che è quella di costruire. Credo che il Papa, con il suo approccio di cuore, sia l’intellettuale più lucido che abbiamo oggi”.

FABIO FAZIO: “FUTURO? POTREI ANDARE IN PENSIONE…”

Nel prosieguo della chiacchierata con “TV Sorrisi & Canzoni”, Fabio Fazio ha espresso la propria opinione circa il conflitto in corso in Ucraina, sottolineando di temere che possa durare a lungo, in quanto la pace prevede l’insoddisfazione di tutte e due le parti, “ma per gli ucraini, gli aggrediti, il dolore è tale che non credo si possa pensare a una svolta nelle trattative a breve termine”.

L’autore tv Bruno Voglino ha dichiarato che Fabio Fazio è “un finto buono che “sa quel che vuole e lo difende con le unghie e con i denti”, affermazione che il diretto interessato non smentisce: “Diciamo che difendo il mio lavoro e su questo sono intransigente, non accetto compromessi. Alla mia squadra chiedo tantissimo, questo è vero. Personalmente, la mattina studio e la sera, tra riunioni e impegni vari, va a finire che non usciamo mai prima delle otto”. Cosa c’è nel futuro di Fazio? “Ho quasi 58 anni, l’anno prossimo ne avrò alle spalle 40 di tv. Magari vado a farmi fare i conti per la pensione”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA