FABIO ROVAZZI/ “Pronto per nuovi progetti e canzoni” (Domenica In)

- Morgan K. Barraco

Fabio Rovazzi, ospite di Domenica In, racconta il suo ritorno in musica ricordando il nonno, morto per coronavirus: “la libertà…”.

Fabio Rovazzi
Il videomaker e cantante Fabio Rovazzi

C’è anche Fabio Rovazzi tra gli ospiti dell’ultima puntata di “Domenica In” di Mara Venier. Il cantante di “Andiamo a comandare” racconta: “sto bene, sono deteriorato dentro per i lavori in casa mia, ma devono ancora finire delle cose. Sto vivendo un periodo ansiogeno con gli operai da mattina, ma bene sta ripartendo tutto e sono carico con diversi progetti”. Una ripartenza già iniziata per il cantante che pochi giorni fa ha lanciato un nuovo singolo, un featuring con Raf e Danti”. Rovazzi poi guarda dei video dei suoi momenti: dalla conduzione di Sanremo Giovani alla sua partecipazione a Domenica In e commenta: “ogni volta che vedo le immagini di Sanremo sudo dentro, ero fuori luogo in una maniera incredibile”. Sul finale rivela i suoi progetti per l’estate: “voglio trovare un posto carino in Italia dove fare 2 settimane di relax e cominciare a fare nuovi progetti, io poi se sto fermo per troppo tempo impazzisco, non ce la posso fare”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Fabio Rovazzi: “Essere liberi è il desiderio di oggi”

Fabio Rovazzi è ritornato sui suoi passi e ha deciso di fare perno ancora una volta sul mondo della musica. Dallo scorso 26 giugno è disponibile infatti il brano Liberi di Danti, in cui è presente una sua collaborazione, al fianco di Raf. “Quando Danti mi mandò il brano decisi, dopo il primo ascolto, che dovevo cantarci dentro qualcosa“, ha detto a Sorrisi, “Essere ‘liberi’ è il desiderio di tutti oggi più che mai, soprattutto il mio”. Il nuovo progetto però non ha spinto Rovazzi a riprendere le redini dei suoi profili social: su Instagram continua a latitare ormai da tempo. L’ultimo post risale allo scorso 2 giugno, in occasione della giornata contro il razzismo e l’abuso di potere della polizia americana nei confronti della comunità afroamericana. Il nuovo singolo spunta invece solo nelle sue Stories, ma senza alcun commento da parte dell’artista. Scopriamo inoltre che una delle ultime notti è stata più che movimentata per Rovazzi: una stanza piena di scatoloni (forse un trasloco?) e tanta attrezzatura video e fotografica da montare.

FABIO ROVAZZI: “QUANDO DICONO CHE IL CORNAVIRUS NON ESISTE IMPAZZISCO”

Fabio Rovazzi è stato toccato da vicino dal Coronavirus e per questo non tollera sentire il parere di chi, pur di fronte a tante morti, nega quasi l’esistenza del virus. “La quarantena è stata un periodo buio non solo per l’assenza di stimoli ma per altri eventi drammatici che mi sono accaduti”, ha detto a Il Corriere della Sera, spiegando come suo nonno sia morto a causa del Covid-19. “Quando qualcuno dice che il Coronavirus non esiste impazzisco”, ha aggiunto, “ho vissuto una tragedia da vicino”. Il nonno infatti era ricoverato in una RSA e la situazione è diventata presto drammatica. “Ho vissuto mesi brutti combattendo contro cose assurde”, ha rivelato, “avrei potuto fare un post di divisione e attacco. Non l’ho fatto per rispetto del nonno e per non sporcare il nostro rapporto. Con i giorni ho capito che cercare il colpevole per una cosa imprevedibile come questa non era utile”. Oggi, 28 giugno 2020, Fabio Rovazzi sarà a Domenica In, ospite di Mara Venier. Potrebbe parlare del nonno scomparso, ma anche della sua visione riguardo all’estate. La sua speranza è che “Sia l’occasione per gli altri artisti di abbandonare i clichè delle canzoni estive. Siamo in una fase di stallo, c’è desiderio di festeggiare ma non c’è la festa. Spero che escano canzoni consone al momento”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA