Fabrizio Corona denuncia Nina Moric “furto”/ Avv Chiesa “a processo figlio testimone”

- Emanuela Longo

Fabrizio Corona denuncia Nina Moric per il presunto furto di quasi 50 mila euro: l’avvocato Chiesa “nessuna evasione, il figlio Carlos…”

ivano chiesa iceberg 640x300
Avvocato Ivano Chiesa, Iceberg Lombardia

E’ guerra tra Fabrizio Corona e Nina Moric: il presunto furto

Negli ultimi giorni si è tornati a parlare di Fabrizio Corona per via di una nuova diatriba avuta con la ex moglie Nina Moric. L’uomo sarebbe evaso dai domiciliari recandosi in casa della modella, accusata di aver rubato dei soldi, esattamente 48.500 euro della società e la spesa, motivo per il quale l’avrebbe denunciata per furto. La donna, di contro, ha smentito tutto spiegando di aver dato mandato al suo legale per procedere per calunnia. Del caso se ne è occupata anche la trasmissione Iceberg Lombardia nel corso dell’ultima puntata. Come spiegato da Marco Oliva, Nina Moric, contattata dalla trasmissione “ha preferito non parlare”. Ha invece accettato di portare la versione di Fabrizio Corona il suo avvocato Ivano Chiesa, in collegamento con la trasmissione di Telelombardia.

Ma dunque, cosa è successo davvero? L’avvocato Chiesa ha spiegato cosa ci sarebbe nella denuncia: “Venerdì sera Fabrizio mi ha telefonato, intorno alle 21, e mi ha detto che è successa una cosa gravissima: ‘Nina Moric è venuta in casa e ha rubato i soldi’”, ha riferito il legale. A riferire a Corona del presunto furto sarebbe stato Carlos. L’ex re dei paparazzi ha dunque domandato al suo legale cosa avrebbe dovuto fare e Chiesa gli avrebbe consigliato di denunciarla. Dopo avergli spiegato che nel caso in cui la Moric fosse stata trovata in possesso dei soldi avrebbe rischiato il carcere, Fabrizio Corona, sempre a detta del suo avvocato, avrebbe fatto un passo indietro: “Io gli ho detto di non andare da lei, ma evidentemente lui ha ritenuto opportuno di farlo. Aveva un permesso a uscire, è andato a casa di Nina Moric”.

Fabrizio Corona denuncia Nina Moric: l’avvocato Chiesa spiega cosa è successo

Secondo il racconto dell’avvocato Chiesa, si è trattato di “una serata molto faticosa” per Fabrizio Corona in quanto era “molto abbattuto” perché “c’è di mezzo suo figlio”. Il giorno seguente, su un articolo del Corriere della Sera Nina Moric avrebbe reso la sua versione e a quel punto l’avvocato avrebbe consigliato a Corona di andare a fare la denuncia “perché altrimenti rimane una versione che non è quella vera”.

In merito alla notizia diffusa dai media e relativa alla presunta evasione di Fabrizio Corona, il suo avvocato l’ha definita “una cavolata”: “Ma quale evaso? E’ andato a casa di una persona a Milano avendo l’autorizzazione a stare fuori dagli arresti domiciliari a Milano. E’ andato a casa della sua ex moglie perché c’era un’emergenza assoluta per cercare di risolvere”. Quando si sarebbe consumato il presunto furto, Corona a detta sempre dell’avvocato Chiesa si trovava allo Smi, il centro di recupero di esecuzione penale: “Fabrizio lo ha saputo dal figlio la sera”. Chiesa ha ribadito la delicatezza della situazione e l’iniziale volontà di Fabrizio di non denunciare inizialmente la madre di Carlos: “Adesso se ci sarà un processo il testimone principe sarà il figlio”, ha spiegato il legale. In merito infine al denaro che sarebbe stato sottratto, l’avvocato ha chiarito che erano conservati in un armadio e “sono denari che vengono ricevuti per le serate. Non è un delitto prendere i soldi in contanti, basta che poi li dichiari e paghi le tasse. Non c’è più il nero, la società fattura tutto”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA