Fabrizio Pregliasco: “2 giugno, assembramenti pericolosi”/ “Salvini, basta selfie!”

- Alessandro Nidi

Il virologo Fabrizio Pregliasco, in riferimento agli assembramenti registrati alle celebrazioni per la Festa della Repubblica e per il Centrodestra unito, ha sottolineato: “Serve buonsenso”

Fabrizio Pregliasco Croce Rossa lapresse 2020
Il virologo Fabrizio Pregliasco (Foto LaPresse)

Il virologo Fabrizio Pregliasco, che gli italiani ormai hanno imparato a conoscere e con il quale, in un certo senso, hanno familiarizzato in questi mesi segnati dalla grave pandemia di Coronavirus, è tornato a parlare quest’oggi sulle frequenze di Rai Radio1, all’interno del contenitore “Un Giorno da Pecora”. Oggetto del suo intervento sono state le distanze anticontagio non propriamente rispettate nelle manifestazioni odierne: “C’è voglia di stare un po’ troppo ‘vicini vicini’, e questo non fa bene. È vero che siamo nella fase calante di questa ondata, ma dobbiamo mantenere una vigile serenità, non abbandonarci ad eccessi”. Anche alla manifestazione del Centrodestra unito si sono registrate folle non opportunamente distanziate: “Se non c’è stato distanziamento e in alcuni casi si sono abbassate le mascherine non può andare bene. Anche se è successo anche per vedere le Frecce Tricolori e per le movide varie”. In contesti come questi ci si può ammalare, secondo il virologo: “Il rischio c’è. Più contatti ci sono, più sono alte le possibilità di infezione, dunque i cortei si possono fare, ma con attenzione”. Infine, una battuta sui selfie: “Passarsi i telefonini è un rischio, ci si ‘sputazza’ sopra involontariamente. Consiglierei a Salvini di non farli? Bisogna tenere il telefonino lontano e stare attenti. Serve il buonsenso in ogni momento”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA