FAQ Governo Dpcm 3 dicembre/ Natale, chiarimenti deroghe su spostamenti e necessità

- Silvana Palazzo

FAQ Governo dopo Dpcm 3 dicembre: chiarimenti su deroghe spostamenti e stato di necessità in vista del Natale. Cosa si può fare e cosa no durante le feste e in generale

faq governo 640x300
Faq Governo

Dopo l’attesa del nuovo Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri (Dpcm) del 3 dicembre 2020, comincia quella per le FAQ (Frequently asked questions). Ci sono degli aspetti che non sono stati toccati dal premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa che si è tenuta ieri a Palazzo Chigi, a partire dalle deroghe. Si è infatti limitato a precisare due casi in cui potranno essere consentiti gli spostamenti: i ricongiungimenti tra coppie che vivono in luoghi diversi e l’assistenza alle persone non autosufficienti, ma non è chiaro se saranno solo queste. Peraltro, il Dpcm non è sempre di facile comprensione, motivo per il quale anche dopo la sua pubblicazione permangono dubbi che impongono la necessità di chiarimenti. A tal proposito, il governo starebbe pensando di chiarire quali situazioni rientrano nel cosiddetto “stato di necessità” che permetterà di uscire dal proprio Comune nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Quindi, non deroghe tra Comuni, ma su situazioni specifiche.

FAQ GOVERNO: RICHIESTE DI CHIARIMENTI SU DPCM

Pertanto, nelle prossime ore il governo farà dei chiarimenti sul nuovo Dpcm 3 dicembre 2020 con una sezione di domande e risposte. Ad attendere la pubblicazione delle FAQ anche Uncem, con tutti i Comuni montani. L’Unione nazionale comuni comunità enti montani ha chiesto ieri al Governo, e tra l’altro il Comitato tecnico scientifico (Cts) ha aperto in tal senso, una serie di deroghe per lo spostamento tra piccoli Comuni affinché non venga penalizzato chi, ad esempio, vive in un borgo alpino o appenninico. Consentire gli spostamenti tra Comuni montani, almeno all’interno di una stessa valle, potrebbe essere importante e non si configurerebbe quella disparità di trattamento con chi, ad esempio, vive a Roma e Torino o in qualsiasi altra grande città italiana. A proposito di spostamenti, chi arriverà in Italia dall’estero tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 dovrà sottoporsi a quarantena obbligatoria. In questo periodo, invece, le crociere che partono o fanno scalo dalla nostra penisola sono sospese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA