Federazione Centrodestra, 40,3% a favore/ Sondaggi: per il 44,6% è per ostacolare FdI

- Carmine Massimo Balsamo

I sondaggi politici di Euromedia Research hanno fatto il punto sul gradimento nei confronti della Federazione di Centrodestra proposta da Salvini

federazione centrodestra
Centrodestra, Berlusconi con Salvini e Meloni (LaPresse)

La Federazione di Centrodestra proposta da Salvini a Berlusconi ha scatenato il caos all’interno della coalizione. Non mancano malumori sia in casa Lega che dalle parti di Forza Italia, senza dimenticare Fratelli d’Italia, escluso perché all’opposizione del governo Draghi. Ma cosa ne pensano gli elettori?

I sondaggi politici di Euromedia Research per Porta a porta hanno fatto il punto sul gradimento della Federazione tra gli elettori di Centrodestra. C’è un dato che però emerge in maniera abbastanza importante: per il 44,6% la proposta di alleanza tra Lega e FI è per contrastare la crescita di consensi della Meloni. Pensiero diffuso soprattutto tra gli elettori azzurri (66,8%), mentre il 34% degli elettori della coalizione è del parere opposto.

FEDERAZIONE CENTRODESTRA: I SONDAGGI DI INDEX RESEARCH

Euromedia Research ha poi chiesto agli elettori della coalizione se sono d’accordo con Salvini per una Federazione di Centrodestra a sostegno del governo Draghi: il 40,3% è a favore, mentre il 29,8% no. Il 20,8%, invece, non l’ha capita. Il 9,3% ha preferito non rispondere al quesito. Entrando nel dettaglio, la proposta di Matteo Salvini piace al 56,8% di elettori Lega e al 50% di elettori azzurri. Pochi consensi tra gli elettori di Fratelli d’Italia: appena il 21,1%. Queste le parole di Alessandra Ghisleri: «Le persone che hanno risposto “non l’ho capita” è perché bisogna capire ancora se è una federazione, un’alleanza o un partito unico. Non è stata spiegata e quindi non si sa ancora. Piace la possibilità di essere forti, il fatto di contare molto di più all’interno del governo diventa fondamentale: hanno compreso che Draghi è un leader che sta portando l’Italia fuori da questa situazione pandemica ed economicamente difficile, si stanno aggrappando alla speranza di vedere i gruppi dialogare con Draghi con più forza».



© RIPRODUZIONE RISERVATA