Federica Laviosa, ex fidanzata Piero Chiambretti/ Con lei la figlia Margherita: “L’ho avuta tardi, ma…”

- Rossella Pastore

Federica Laviosa è l’ex fidanzata di Piero Chiambretti. Pur non essendo sposati, i due hanno avuto una figlia, Margherita, che oggi ha 10 anni.

Federica Laviosa
L'ex di Piero Chiambretti Federica Laviosa

Cosa sappiamo di Federica Laviosa, ex fidanzata di Piero Chiambretti

Federica Laviosa è l’ex fidanzata storica di Piero Chiambretti. Di lei si sa decisamente poco, se non che nel 2011 l’ha reso padre di Margherita, la sua unica figlia. Federica ha circa 40 anni e ha sempre vissuto tra Piemonte e Liguria al pari di Chiambretti, che considera Torino la sua città d’origine (pur essendo nato nel 1956 ad Aosta).

Fino al 2016, anno della loro rottura, Federica è stata avvistata più volte allo stadio durante le partite del Toro. Non si sa se fosse davvero tifosa o se ci andasse semplicemente per fare compagnia al fidanzato: a dire il vero, però, questo è soltanto uno dei tanti dettagli sulla loro relazione che probabilmente rimarrà ignoto.

Piero Chiambretti parla della figlia Margherita: “Mi ha dato una sensibilità raddoppiata”

Margherita, dicevamo, è nata nel 2011 e quindi oggi ha 10 anni. Piero è molto legato a lei, anche se non ha mai avuto una particolare attitudine per ‘fare il padre’. Prima di diventarlo, almeno: “Ho imparato ad amare i bambini”, ha dichiarato in un’intervista del 23 settembre a Repubblica, “ero tra quelli che, quando al ristorante piangevano, pensava: ‘Perché non li hanno lasciati a casa?’. Margherita mi ha dato una sensibilità raddoppiata, non posso più vedere storie di bambini che soffrono, ingiustizie che li riguardano. Dopo La Repubblica delle donne del pallone vorrei fare La Repubblica dei bambini, potrebbe essere la degna chiusura”.

Piero Chiambretti le ha anche dedicato un libro (Chiambretti – Autobiografia autorizzata dalla figlia Margherita), al cui interno si legge: “Margherita l’ho avuta tardi, è l’amore della mia vita”. Lei ricambia in maniera scherzosa: “Papi tu sei piccolino ma se fossi alto non mi piaceresti”. In definitiva, l’intera autobiografia è un omaggio nei suoi confronti: “Questo è un atto d’amore nei confronti di mia figlia Margherita, che ha dieci anni e sa poco di me. Lo considero il mio testamento d’amore per lei”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA