Federica Panicucci sbotta “Villa Inferno, colpe della minore?”/ “Dispiace sentire ..”

- Hedda Hopper

Federica Panicucci sbotta a Mattino5 con l’avvocato che difende uno degli imputati del caso di Villa Inferno insinuando che ci siano delle colpe della minorenne presente

federica_panicucci
Federica Panicucci

Villa Inferno è tra i temi trattati da Mattino5 e Federica Panicucci questa mattina e ospite dalla casa degli orrori c’è l’avvocato Donata Malmusi, legale di uno degli indagati. In caso riguarda alcuni festini a cui prendevano parte uomini e donne, lunghe serate che andavano in scena in una villa di Pianoro e a cui prendeva parte anche una giovane minorenne a cui venivano offerti cocaina e soldi in cambio del suo corpo, quindi inducendola alla prostituzione. A prendere la parola proprio dall’esterno della villa oggi è l’avvocato Donata Malmusi che con le sue parole però fa infervorare Federica Panicucci che la richiama all’ordine. L’avvocato, parlando del suo assistito e del caso, sembra accusare la ragazza di essere consapevole di quello che succedeva: “Il Tribunale del riesame ha escluso la gravità indiziaria per l’induzione alla prostituzione perché c’è forte dubbio sulla credibilità della ragazza, per ora è rimasta l’imputazione riguardo la droga”.

Federica Panicucci sbotta contro un avvocato in diretta a Mattino5: “Villa Inferno? Colpe della minore..”

Le cose potrebbero prendere un’altra piega nelle prossime ore perché la stessa minorenne, ora diciottenne è rimasta coinvolta anche nel caso dei festini di Milano e lei stessa ha spiegato di essere consapevole di quello che succedeva a questi incontri tra sesso e droga. A questo punto è di nuovo l’avvocato Malmusi a parlare: “Quando ho saputo della sua presenza e lei stessa ha affermato di andarci per questo, questa è una ragazza che ama stare in questo tipo di situazioni”. A questo punto è Federica Panicucci che risponde a tono all’avvocato: “Quindi sta dicendo che se una minorenne va a queste feste è colpa sua, se le viene offerta della droga è colpa sua, se un uomo di 40 o 50 anni offre droga a una minorenne sarà colpa sua, sta dicendo questo? All’epoca era minorenne… immaginiamo che sua figlia minorenne si trova per caso ad una festa del genere… quindi lei sceglie volontariamente di andare alla festa e drogarsi”. A volte mi dispiace sentire dichiarazioni del genere da una donna, tutto qua, ma tornerò da lei..”.

Ecco il video del momento:

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA