Federico Rampini/ “Black Lives Matter in gloria? Bilancio molto controverso”

- Mirko Bompiani

Federico Rampini a Stasera Italia: “Quando trasformiamo atleti, attori o popstar in eroi di cause progressiste, si crea diffidenza nel popolo”

federico rampini
(Stasera Italia)

«Draghi è un pragmatico, è un tecnocrate, è un uomo dello Stato che ha una lunga carriera da servitore delle istituzioni. Vi prego di non cominciare a dire che è un modello ammirato all’estero. A me fa venire i brividi alla schiena. Esattamente un anno fa si era creato il mito dell’Italia modello nella vita contro il Covid per due articolo male informati del NYT. Quelle cose lì portano una sfiga tremenda»: così Federico Rampini ai microfoni di Stasera Italia.

Il giornalista ha poi lanciato una frecciatina: «Il Paese soffre di un’autostima bassissima, l’Italia ha un complesso di inferiorità mostruoso: basta un articolo straniero o un applauso al premier in un Parlamento straniero per diventare l’argomento del momento. Non incollate questa cosa a Draghi, perché porta una sfida tremenda».

FEDERICO RAMPINI SUL BLACK LIVES MATTER

Esperto e corrispondente dagli Usa, Federico Rampini si è soffermato sul fenomeno Black Lives Matter: «Il bilancio negli Usa di questa stagione di gloria di BLM è molto più controverso di quanto crediate. Bisogna diffidare della tendenza a trasformare delle celebrity milionarie dello sport o dello spettacolo in nuove guide morali o politiche». Federico Rampini ha poi aggiunto sul punto: «Quando trasformiamo atleti multi-milionari, o attori di Hollywood o popstar in eroi di cause progressiste, questo di solito crea diffidenza nel popolo. Uno degli effetti della stagione del BLM è che Trump ha aumentato i suoi voti tra gli afro-americani. Il BLM è stato abbracciato completamente dall’establishment ma si è macchiato di colpe serie: ha legittimato manifestazioni molto violente, con saccheggio, devastazioni e impoverimento nei quartieri abitati da afroamericani».



© RIPRODUZIONE RISERVATA