Fedez “Salvini parla di legittima difesa per Adriatici? Ridicolo”/ “Se a uccidere fosse stato il marocchino?”

- Stella Dibenedetto

Fedez commenta il cado dell’assessore leghista che ha sparato ad un 39enne straniero e si scaglia contro Salvini che ha parlato di legittima difesa.

salvini fedez 640x300
Matteo Salvini e Fedez

Fedez commenta il caso di Massimo Adriatici, l’assessore alla sicurezza di Voghera che si trova attualmente agli arresti domiciliari dopo aver sparato a un 39enne straniero, morto poco dopo l’arrivo in ospedale. La vicenza è stata commentata anche da Matteo Salvini che, attraverso un video pubblicato sui social, invinta alla prudenza esortando tutti ad evitare allarmasmi. “Altro che far-west a Voghera. Si fa strada l’ipotesi della legittima difesa. Un docente di diritto penale, ex funzionario di polizia, avvocato penalista noto e stimato in questa bella città, vittima di un’aggressione ha risposto e accidentalmente è partito un colpo che purtroppo ha ucciso un cittadino straniero, che secondo quanto trapela è già noto in città e alle forze dell’ordine per violenze, aggressioni, addirittura atti osceni in luogo pubblico”, ha fatto sapere Salvini. Le parole del leader della Lega, però, hanno scatenato la reazione di Fedez.

Fedez contro Salvini: lo sfogo del rapper

Dopo aver ascoltato le parole di Matteo Salvini, Fedez aveva ricondiviso il video sul proprio profilo Twitter commentando così: “Ah ma è anche un pubblico ministero lei, non lo sapevo!“. Successivamente, il marito di Chiara Ferragni, ha condiviso la propria opinione sull’argomento attraverso una serie di storie pubblicate sul suo profilo Instagram. “Invertite i due addendi: se a uccidere fosse stato il marocchino, Matteo Salvini avrebbe parlato di legittima difesa? Non credo proprio, ridicoli”, fa sapere il rapper sempre attento all’attualità. Salvini non ha ancora risposto a Fedez il quale, per ora, non è più tornato sull’argomento. Cliccate qui per vedere il video.



© RIPRODUZIONE RISERVATA