Fedriga: “Sì al green pass, nuovi lockdown insostenibili”/ Salvini nel mirino

- Carmine Massimo Balsamo

Il governatore Massimiliano Fedriga si smarca da Salvini sul green pass: “È uno strumento per tenere aperto, dobbiamo trovare un equilibrio sociale”

massimiliano fedriga
Massimiliano Fedriga, Presidente Conferenza Regioni e Governatore Friuli (LaPresse)

Nonostante le smentite di Matteo Salvini, in casa Lega è spaccatura sul green pass. Le polemiche del segretario federale sul certificato verde trovano l’ostilità dei governatori del Carroccio, schierati al fianco del premier Draghi sulla possibile estensione. Luca Zaia pochi giorni fa non ha utilizzato troppi giri di parole per smarcarsi dall’ex ministro dell’Interno, oggi è il turno di Massimiliano Fedriga

Intervenuto ai microfoni del Corriere della Sera, Fedriga ha aperto al green pass, unico argine possibile a ulteriori chiusure del Paese: «Nuovi lockdown sarebbero insostenibile per il Paese, dobbiamo dire con chiarezza che anche se una regione dovesse passare in zona arancione o rossa, con il green pass bisogna tenere aperto».

LEGA, ANCHE FEDRIGA APRE AL GREEN PASS

«Il green pass è uno strumento per tenere aperto e dobbiamo trovare un equilibrio sociale per tenere unito il Paese, dobbiamo accompagnarlo», ha aggiunto Massimiliano Fedriga nel corso del suo intervento al programma in onda su Canale 5. Ma non è tutto. Nelle scorse ore è arrivato il giudizio di un altro governatore leghista sul green pass, parliamo di Attilio Fontana. Il presidente della Lombardia non ha preso le distanze da Salvini, dribblando agilmente tutti gli ostacoli: «Estensione del certificato verde? Pensiamo a vaccinarci: se ci vacciniamo tutti il discorso del green pass diventa inutile».



© RIPRODUZIONE RISERVATA