FERRERA ERBOGNONE: PAESE SENZA CORONAVIRUS/ Lombardia, è un caso o questione di geni?

- Jacopo D'Antuono

Ferrera Erbognone: nessun caso di coronavirus per questo borgo di 1000 anni nella straziata Lombardia. Solo un caso o una questione di geni?

ultime notizie
Controlli per il coronavirus (LaPresse)
Pubblicità

Una fortunata coincidenza o una protezione di natura “genetica”? Questa la domanda che assilla gli studiosi pensando alla particolare situazione di Ferrera Erbognone, piccolo borgo della provincia di Pavia abitato da poco più di 1000 abitanti che fino ad oggi non ha registrato nemmeno un caso di coronavirus pur trovandosi nella Regione più colpita del mondo, la Lombardia. Difficile pensare che a mettere in salvo il paesino della Lomellina meridionale sia la sua natura periferica rispetto a centri più frequentati: in questo senso il caso di Codogno, comune fino a qualche tempo fa sconosciuto ai più e poi scopertosi focolaio principale dell’epidemia, dovrebbe insegnare che il coronavirus è in grado di diffondersi purtroppo in maniera capillare, raggiungendo anche località che potrebbero pensarsi sicure. Come riportato da Euronews, tra gli abitanti non mancano le precauzioni per preservare questa condizione, ma il sollievo e l’incredulità procedono di pari passo, al punto che una donna commenta: “Chissà, forse abbiamo davvero gli anticorpi. Non riesco davvero a darmi una spiegazione”. (agg. di Dario D’Angelo)

Pubblicità

Ferrera Erbognone, paese in Lombardia senza casi di coronavirus

La regione Lombardia, la più colpita in Italia dall’emergenza coronavirus, registra anche un dato positivo in arrivo da Ferrera Erbognone. Ebbene in questo paesino in provincia di Pavia non risultano contagiati, tanto da diventare oggetto di studio della comunità medico-scientifica. Verrà infatti analizzato il sangue degli abitanti per individuare la presenza di anticorpi. Fererra Erbognone è un paese con poco più di mille abitanti, adesso sotto stretta osservazione e oggetto di studio dell’Istituto Neurologico Mondino di Pavia. La Provincia Pavese anticipa che l’obiettivo è quello di prendere in analisi il sangue dei cittadini per individuare la presenza di anticorpi. Una notizia che regala uno scorcio di luce in un momento così drammatico per l’intero paese, ma anche e soprattutto per la Lombardia.

Pubblicità

Ferrera Erbognone senza contagi Coronavirus

Nelle scorse ore il medico, nonché sindaco di Ferrera Erbognone, Giovanni Fassina, ha diffuso un comunicato ufficiale alla cittadinanza, dopo aver firmato una delibera di giunta al riguardo. Le persone residenti a Ferrera Erbognone potranno infatti procedere alla prenotazione – fino al prossimo 2 aprile – dell’esame ematochimico in laboratorio a Sannazzaro. Si tratta di un’iniziativa interessante, che forse potrà fornire delle risposte importanti per la lotta al Coronavirus. Ferrera Erbognone, infatti, è l’unico paese che al momento regge l’emergenza, non avendo riscontrato ancora alcun caso. E’ un piccolo grande miracolo se si considera la gravissima situazione nel resto del paese e in particolar modo in Lombardia.

Ferrera Erbognone, parla Livio Tronconi: “Dallo studio potremmo riscontrare risultati rilevanti”

L’amministratore delegato e direttore generale del Mondino, Livio Tronconi, ha fatto il punto della situazione su Ferrera Erbognone, fortunatamente priva di casi di contagio da Coronavirus. “Abbiamo scelto Ferrera Erbognone perché si tratta di una comunità in cui non si è ancora verificato un caso di contagio da Coronavirus: di conseguenza lo studio di popolazione potrebbe fornirci risultati di una certa rilevanza che poi andranno condivisi con i virologi del Policlinico San Matteo e con il comitato scientifico della Regione Lombardia”. La speranza, infatti, è propria questa: che dal pavese arrivino risultati rivelanti utili alla ricerca e all’identificazione degli anticorpi in grado di contrastare il Coronavirus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità