Ferzan Ozpetek/ Testimonial AIRC “Cancro crescerà nel prossimo anno, prevenzione…”

- Emanuela Longo

Ferzan Ozpetek ospite di Domenica In per lanciare il numeratore di Airc: dall’importanza della prevenzione al cancro al suo approdo a teatro

ferzan ozpetek domenica in 640x300
Ferzan Ozpetek, Domenica In

Ferzan Ozpetek, regista ed amico di Mara Venier, è stato ospite in questa puntata “breve” di Domenica In. Oggi ha voluto fare da testimone per AIRC: “Tante persone non hanno fatto prevenzione e controlli per due anni a causa del Covid. Il cancro nel prossimo anno crescerà e la prevenzione va fatta”, ha spiegato. “Finché non tocchiamo questa cosa con le nostre mani o ad una persona vicina, non capiamo l’importanza di dare e occuparcene”, ha aggiunto. Per lui “amare il prossimo” significa aiutare l’AIRC.

Testimonial dal 2007 per AIRC, ha ricordato a tutte le donne l’importanza della prevenzione, “perché oggi ci si salva”. Anche una sua amica si è ammalata di cancro al seno: “Lei era seduta vicino a me ridotta molto male e le chiesi come andasse con suo marito. Lei mi disse che suo marito ancora ci provava asserendo ‘agli uomini non fa schifo niente’. Se la persona che ami ti continua ad amare con la malattia, allora…”, ha aggiunto.

Ferzan Ozpetek testimonial per AIRC: al via il numeratore

Con Ferzan Ozpetek a Domenica In è stato fatto partire il numeratore per la raccolta a favore di AIRC e che durerà per una settimana. Parlando di Umberto Veronesi lo ha definito “una persona meravigliosa”. “Conosco molte persone che sono guarite e stare bene, quando uno scopre di avere il cancro non si deve demoralizzare perché oggi si cura!”, ha aggiunto dopo il filmato per AIRC.

Ozpetek ha una grande attenzione per l’altro. Anche durante la pandemia ha continuato a lavorare: “E’ una mania, è la vecchiaia”, ha scherzato. Attualmente a teatro, come svelato da Mara Venier, incanta il pubblico parlando con la sua storia. “Lo faccio gratuitamente per aiutare i lavoratori dello spettacolo”, ha ammesso Ferzan. Adesso andrà in tournée. “Dobbiamo sempre ringraziare Draghi, se ce ne fossero 2-3 avremmo salvato tutto”, ha commentato prima di lanciare il Tg1 con Mara Venier.



© RIPRODUZIONE RISERVATA