“FETO DI 8 MESI MORTO PER CORONAVIRUS”/ La madre incinta era positiva e asintomatica

- Dario D'Angelo

Un feto di 8 mesi è morto ed è stato trovato positivo al coronavirus, che con ogni probabilità ne ha causato il decesso. La madre incinta era asintomatica.

Emmalouise Leggate si sveglia col pancione e partorisce
Gravidanza (Foto: Pixabay)

Un feto di 8 mesi è morto ed è stato trovato positivo al coronavirus, che con ogni probabilità ne ha causato il decesso. Arriva dal Portogallo la notizia, pubblicata dal settimanale Expresso, capace di allarmare tante future mamme sui rischi per la gravidanza legati al contagio. Il caso in questione risale alla fine di giugno, quando una donna ha perso il suo bambino all’ottavo mese. Ignara di essere stata contagiata, la paziente ha appreso di essere positiva soltanto quando è entrata nell’ospedale Fernando da Fonseca (Amadora-Sintra) e ha fatto il test. A collegare la morte del feto al coronavirus è stata Antónia Nazaré, direttrice del Dipartimento Donne dell’HFF, che copre i settori dell’Ostetricia, della Ginecologia e del Blocco Nascite: “Essendo il feto positivo al SARS-CoV-2 ed essendo stata una gravidanza monitorata, si può presumere che l’infezione sia stata all’origine del decesso”.

“FETO DI 8 MESI MORTO PER CORONAVIRUS”

Quello verificatosi in Portogallo è un caso molto raro e che per questo motivo necessita di ulteriori approfondimenti prima di scatenare il panico fra le donne in dolce attesa. Uno studio condotto tra aprile e maggio dal Servizio di Ostetricia del Centro Hospitalar Universitário Lisboa Norte (CHULN), e rilasciato questa settimana, ha rivelato una bassa percentuale di donne incinte in travaglio positive al coronavirus e tutte senza sintomi della malattia. Lo studio, pubblicato sul Journal of Maternal-Fetal & Neonatal, rivela che delle 428 donne incinte asintomatiche ricoverate all’Ospedale Santa Maria tra il 3 aprile e il 31 maggio, che si erano sottoposte al test per il Covid-19, solo due sono risultate positive (0,47%). Diogo Ayres de Campos, direttore del Servizio di Ostetricia del CHULN, che fa parte dell’Ospedale Santa Maria, interrogato sul primo bambino nato in Portogallo infettato dal nuovo coronavirus durante la gravidanza, ha affermato che si tratta di casi molto rari: “La trasmissione da madre a figlio durante la gravidanza è molto rara. Ci sono circa 10 casi ben documentati nel mondo in una popolazione gravida molto numerosa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA