FI, ELETTI NAPOLI 2021/ Risultati Comunali e preferenze: Brescia e Guangi al top

- Andrea Murgia

Eletti FI alle Elezioni Comunali Napoli 2021: risultati, nomi preferenze consiglieri e Municipi. Come è andato il partito di Silvio Berlusconi alle Amministrative

Berlusconi
Consultazioni Forza Italia al Colle: Gelmini, Bernini, Berlusconi e Tajani (LaPresse, 2019)

ELETTI FI COMUNALI NAPOLI: BRESCIA E GUANGI AL TOP

A Napoli non si può ancora parlare di risultati definitivi perché mancano all’appello due sezioni su 884, ma il dato inappellabile è che Forza Italia (FI) è stato il primo partito della coalizione di centrodestra che sosteneva la corsa di Catello Maresca. La lista berlusconiana ha ottenuto 21.620 voti, pari al 6,63% dei consensi.
La sconfitta di Maresca, però, farà sì che solo un paio di forzisti possano accedere al Consiglio Comunale: in tutto, infatti, all’opposizione di centrodestra dovrebbero spettare soltanto 8 seggi. Ma quali saranno gli “azzurri” promossi in ragione delle preferenze raccolte a Napoli? Dovrebbe trattarsi di Domenico Brescia e Salvatore Guangi, attualmente i due più votati di Forza Italia a Napoli con rispettivamente 3656 e 3105 preferenze. Prima degli esclusi, qualora i seggi per FI dovessero essere veramente due, sarebbe Iris Savastano con 2715 voti.  Qui la lista completa di tutti i voti e le preferenze dei candidati di Forza Italia alle Elezioni Comunali di Napoli. (agg. di Dario D’Angelo)

LIVE Elezioni comunali 2021: risultati di tutti i Comuni in tempo reale. Dati: Roma – Milano – Napoli – Torino – Bologna

CANDIDATI CONSIGLIERI FI A NAPOLI

In attesa dei risultati definitivi per eletti e preferenze alle ultime Elezioni Comunali Napoli 2021, la situazione di Forza Italia (FI) in appoggio al candidato sindaco Catello Maresca vede la sfida tutta interna al centrodestra per ottenere la palma di prima lista alla coalizione nella formazione del prossimo Consiglio Comunale.

Il partito guidato da Silvio Berlusconi è una delle 12 liste che sostiene Catello Maresca come candidato sindaco di Napoli e ha scelto come capolista Pasquale Perrone Filardi, professore ordinario di Cardiologia e direttore della scuola di specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare, oltre che presidente della Sic, la Società italiana di cardiologia. Ecco i nomi dei candidati della lista di FI: Guangi Salvatore, Amirante Massimiliano, Ascione Luigi, Bellomundo Sabina, Brescia Domenico, Buonanno Maria Sofia, Cesaro Ferdinando, Correale Flavia, Coscia Stefano, Cutarelli Assunta, D’Altrui Gaetano, D’Angelo Roberto, De Gregorio Giuseppe, De Longis Federico, De Notaris Ernesto, De Ponte Valentina, Della Rocca Valeria, Delle Donne Marco, Di Biase Mariarosaria, Di Liddo Valentina, Fuso Maurizio, Galli Marcello, Giugliano Gianpiero, Granese Maria Pia, Iavazzi Raffaele, Iuliucci Ilaria, Maglione Raffaele, Magliulo Antonino, Mancuso Ornella, Martire Emilio, Napolitano Antonio, Navarro Adele, Petrone Filomena, Ruggiero Francesco, Savastano Iris, Sorrentino Michela, Stentardo Alessandra, Nunziata Claudio.

ELETTI E PREFERENZE FI ELEZIONI 2016

Alle ultime Elezioni Amministrative Napoli nel 2016 il candidato sindaco di FI era Gianni Lettieri, che sfidava Luigi De Magistris del centrosinistra e ottenne il 24,04%. Nella Municipalità 1 centro storico la lista di Forza Italia ha ottenuto 2132 voti in totale. Di questi 237 preferenze le ha ottenute Giovanna Mazzone; 173 Alberto Ruffolo; 157 Domenico Addattilo; Ilaria Mele ne ha ottenute 150; Alberto Pierantoni 128; Francesco Salerno 126; Alfonso Pipolo 119; Chiara Botta 117; Federico Manna 104; Iris Savastano 134; Maurizio Tesorone 70; Renato Scutiero 31; Manuela Silvestrini 22; Mara Laudando 19; Giuliana Laino 28; Fabio Giangrasso 39; Deborah Esposito 28; Patrizia Zamparelli 16.

Nel partito capeggiato da Silvio Berlusconi, Mara Carfagna ottenne più di 3.600 voti, pari a circa il 22% delle preferenze complessive di Forza Italia. Più staccato Salvatore Guangi, che supera i 2.400 voti (14,6% delle preferenze). Tra i primi due e il terzo c’è una netta differenza: Stanislao Lanzotti non arriva a 1.500 preferenze (9% del totale). Vicino a lui c’è Umberto Minopoli, quasi a quota 1.400 (8,3%). Chi potrebbe arrivare a quota 1.000 è Armando Coppola. Tutti gli altri candidati sono più indietro. Mancano comunque diverse sezioni all’appello, quindi altri candidati possono sperare di poter vedere balzare in avanti i propri dati di preferenza e sperare quindi di entrare in consiglio comunale tra gli eletti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA