Figlio è stroncato da una malattina/ Genitori muoiono pochi giorni dopo

- Chiara Greco

Dramma in Puglia: genitori non reggono il dolore per la scomparsa di Angelo a causa di una malattia e muoiono pochi giorni dopo.

xylella_ulivi_salento_puglia_lapresse_2018

Il dramma è accaduto nel Salento, a Nardò in provincia di Lecce. Due genitori sono stroncati dal dolore per la morte del figlio, ucciso a 50 anni dopo la lotta contro una lunga malattia. Angelo Gioffreda ha lottato per cinque anni contro la malattia ma il 29 gennaio non ce l’ha fatta ed è morto. Dopo pochi giorni sono deceduti anche i genitori, prima il padre, Paolo Antonio Gioffreda, e poi la madre Immacolata Tondo. I coniugi lavoravano insieme al figlio nella masseria di famiglia, La Grande di Nardò, situata nel basso Salento, verso la località marina di Torre Lapillo. La cittadina è sconvolta dalla storia di questa famiglia, che ha dimostrato di rimanere unita anche nella tragedia.

Nardò: genitori stroncati dal dolore per la morte del figlio

Angelo Gioffreda lottava contro la sua malattia da un po’ di anni, finché le sue condizioni non sono peggiorate e il 29 gennaio non ce l’ha fatta. I genitori, che vivevano e lavoravano fianco a fianco con il figlio, non hanno incassato il dolore e sono morti poco dopo. Il padre di Angelo, Paolo Antonio di 76 anni, è morto il 10 febbraio e la moglie lo ha seguito neanche 24 ore dopo. Le cause del decesso dei genitori Giuffreda non sono ancora del tutto chiare, ma dalle prime indagini mediche non si esclude l’ipotesi della morte per il dolore della perdita del figlio. Nel giro di 10 giorni, la città di Nardò, e in particolare la famiglia Giuffreda, ha pianto la morte improvvisa dei tre agricoltori, conosciuti per la loro attività rurale nei pressi della località marina di Torre Lapillo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA