Figliuolo “Green Pass forse via al 90% dei vaccinati”/ “L’obiettivo è raggiungibile”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il commento del commissario straordinario Figliuolo in merito alla possibilità di togliere il green pass al raggiungimento del 90 per cento di vaccinati

Figliuolo
Gen. Figliuolo, commissario emergenza Covid (LaPresse, 2021)

Il green pass, il passaporto vaccinale, potrebbe essere messo al bando qualora si dovesse raggiungere la soglia del 90 per cento dei vaccinati contro il covid. A spiegarlo è stato il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario per l’emergenza covid, presente nella giornata di ieri a Padova. Senza troppi giri di parole l’alto esponente dell’esercito ha confessato che: “Quando raggiungeremo il 90% dei vaccinati – si legge sull’edizione online dell’Adnkronos – e se poi i comportamenti continueranno ad essere responsabili come stiamo facendo tutti noi e le curve confermeranno l’andamento attuale, credo che il governo penserà un qualcosa che potrà andare verso un alleggerimento delle misure di contenimento attuali, come l’obbligo del Green Pass”.

Al momento in Italia abbiamo superato di poco l’81 per cento di persone immunizzate, coloro che hanno già ricevuto le due dosi, di conseguenza affinchè si raggiunga la soglia del 90 per cento mancano all’appello alcuni milioni di italiani. Il green pass obbligatorio sul lavoro sta però spingendo le somministrazioni, di conseguenza nulla sarà da lasciare al caso.

FIGLIUOLO: “SICURO CHE QUANDO RAGGIUNGEREMO IL 90 PER CENTO…”

“Sono sicuro che quando raggiungeremo quell’obiettivo ci potrebbe essere un allentamento delle misure in vigore oggi”, ha quindi ribadito il concetto Figliuolo. Il commissario straordinario covid ha anche commentato gli ultimi numeri delle vaccinazioni, in rialzo nelle ultime settimane proprio grazie al passaporto vaccinale: “Ben venga il rialzo delle dosi arrivato con la notizia del green pass esteso e consolidato il 15 ottobre”.

“Ora vedremo se questo trend diventa strutturale – ha proseguito e concluso Figliuolo – intanto la curva delle prime dosi si è stabilizzata attorno ai 60mila, in leggero rialzo, e se è così sono contento. Con 70mila vaccinazioni al giorno per 30 giorni ci portiamo a casa 2 milioni di persone vaccinate in più, il che ci aiuterebbero ad arrivare al 90% o a superarlo, e a quel punto avremo raggiunto un bell’obiettivo, che è il target che ci proponiamo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA