Figliuolo “Ora over 60 poi classi produttive”/ “Vaccini a scuola? Ci stiamo pensando”

- Silvana Palazzo

Il generale Francesco Paolo Figliuolo: “Ora completiamo over 60, poi vaccini a classi produttive”. Il commissario apre a vaccinazioni a scuola: “Ci stiamo pensando”

fabrizio curcio
Il generale Francesco Paolo Figliuolo con il Capo della Protezione civile Fabrizio Curcio (LaPresse)

La priorità è mettere in sicurezza gli over 65, poi la campagna vaccinale potrà essere aperta a tutte le classi di età. A dirlo è il generale Francesco Paolo Figliuolo in occasione dell’inaugurazione del nuovo hub vaccinale di Porta di Roma. Il commissario, facendo il punto della situazione sulla campagna di vaccinazione anti Covid, ha fornito alcuni dati: «Sulla somministrazione del vaccino anti Covid agli over 80 ci siamo, con copertura già dell’85%. Sugli over 70 siamo lì». Quindi, bisogna insistere sugli over 60-65. «Dobbiamo completare su queste classi. Concentriamoci sugli over 60 e over 65, poi apriremo in maniera multipla e parallela su tutte le altre classi», ha aggiunto Figliuolo. Questo vuol dire che il piano vaccinale deve proseguire in maniera ordinata, ma possono essere comunque apportati dei miglioramenti: «Abbiamo il potenziale, l’organizzazione la dobbiamo affinare un po’». Un contributo importante possono darlo i punti aziendali, «così da vaccinare in fretta». Tra l’altro il mondo dell’impresa, soprattutto il settore della ricettività, andrà messo in sicurezza perché «devono far ripartire l’Italia».

FIGLIUOLO “VACCINI A SCUOLA? CI STIAMO PENSANDO”

Il generale Francesco Paolo Figliuolo ha evidenziato un aspetto importante relativo alla campagna vaccinale, cioè il «ruolo della capillarizzazione». Il riferimento è ai medici di base che possono aiutare ad accelerare. Il commissario ha poi annunciato che con le forniture di maggio si arriverà ad una disponibilità di quasi 25 milioni di dosi. «Il prossimo step sarà sulle classi produttive. I vaccini arriveranno, maggio sarà un mese di transizione. Dopo pensiamo all’estate», ha aggiunto Figliuolo. Inoltre, ha aperto alle vaccinazioni nelle scuole, «come si faceva una volta negli anni Settanta». Secondo l’ultimo report settimanale sulle vaccinazioni in Italia, il 41,5% della fascia 70-89 è ancora in attesa della prima dose. Invece tra gli over 80 il 15,3% è in attesa della prima dose. Dunque, con gli arrivi puntuali dei vaccini e la gestione razionale delle prenotazioni, sono state 2.776.686 milioni le dosi di vaccino somministrate nell’ultima settimana in Italia. Una bella accelerazione, importante.



© RIPRODUZIONE RISERVATA