Figliuolo: “Probabile terza dose di vaccino”/ “A settembre vaccinato 80% del Paese”

- Carmine Massimo Balsamo

Il generale Francesco Paolo Figliuolo in audizione alla Camera: “Non dobbiamo sprecare nulla in termini di risorse, uomini, tempo e mezzi”

ordinanza figliuolo
Generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario emergenza Covid (LaPresse, 2021)

Il commissario Francesco Paolo Figliuolo ha fatto il punto della situazione sulla campagna vaccinale in audizione alla Camera. Il generale ha confermato che l’obiettivo è quello di arrivare a vaccinare «l’80% degli italiani entro settembre, compresi i 12-15enni». Un totale di 54,3 milioni di cittadini.

Nel corso del suo intervento, il generale Figliuolo ha messo in risalto: «L’obiettivo è quello di tutelare la salute e la vita degli italiani, ristabilendo le condizioni per favorire la ripartenza del Paese. Per questo motivo non dobbiamo sprecare nulla in termini di risorse, uomini, tempo e mezzi: l’Italia ha tutto, bisogna solo saperlo mettere insieme e in maniera coordinata».

FIGLIUOLO: “POSSIBILE TERZA DOSE DI VACCINO”

Nel corso del suo intervento in audizione alla Camera, Figliuolo ha spiegato che a questo punto della campagna vaccinale è necessario un graduale passaggio dalle vaccinazioni effettuate presso gli hub ad un sistema di vaccinazioni «delocalizzate», ovvero «molto più capillare e prossimo ai cittadini». Il commissario straordinario all’emergenza Covid-19 ha ribadito che l’obiettivo è quello di arrivare a completare l’immunizzazione delle categorie più fragili e degli over 80. «Il punto di svolta della campagna vaccinale è l’aver accelerato sulle dosi a queste due categorie, questo ha permesso il repentino calo di ricoveri e morti», ha spiegato Figliuolo, che non ha escluso l’ipotesi di una terza dose di vaccino, anzi: «Considerati gli scenari attuali della pandemia, potrebbe essere prevista la necessità di almeno un’ulteriore dose». Da valutare tempi e modalità, ha precisato il militare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA