DIRETTA/ Filippo Tortu campione italiano ai 60 m: 6,60 in finale agli assoluti indoor

- Mauro Mantegazza

Filippo Tortu, 60 metri ai Campionati Assoluti indoor di atletica streaming video Rai: orario della gara che vede favorito Tortu (oggi 23 febbraio)

Tortu 100 metri
Filippo Tortu (La Presse)

Filippo Tortu è campione italiano indoor nei 60m! Il velocista delle fiamme gialle stra vince la finale dei 60 m ad Ancona per i Campionati assoluti italiani di atletica e trova dunque pure l’ottimo crono di 6,60, in netto miglioramento rispetto a quanto già oggi ci aveva fatto vedere in batterie e semifinali. Per lui è il secondo titolo nazionale dopo aver vinto nel 2016 a Rieti i 100 m, ma è il primo vinto indoor ed è dunque grande soddisfazione per lo stesso Tortu, più che convincente oggi in pista, nonostante una partenza un poco approssimativa. Segnaliamo che a podio nella finale dei 60 m è poi andato il primo rivale dello stesso Tortu oggi ai Campionati di Ancona, ovvero Massimiliano Ferraro, che ha pure realizzato il crono di 6,66. Ben dietro tutti gli altri che non si sono nemmeno avvicinati ai temponi dei primi due: terzo gradino del podio per Polanco Rijo, con il tempo di 6,77, mentre di fila hanno chiuso con crono superiori ai 6.80 Rigali, Galbieri. Fornasari, Kyereme e Federici. (agg Michela Colombo)

COMINCIA LA FINALE

Eccoci al via della finale per i 60 m maschili, che vale il titolo ai Campionati Italiani assoluti indoor di atletica e ad Ancona tutti i riflettori sono naturalmente indirizzati su Filippo Tortu. Il velocista italiano, che ha già lo sguardo puntato su Tokyo 2020, come è noto solo all’ultimo ha deciso di prendere parte alla competizione e per il momento la scelta sta veramente premiando l’azzurro, in ottimo stato di forma. Oggi, dopo il 6,73 segnato in batterie Tortu infatti solo poco fa si è migliorato in semifinale, qualificandosi con il primo crono 6,71: ora però dovrà far ancora di più, pur in questa terza gara che andrà affrontare oggi. Un impegno dunque non indifferente, ma la cui posta in palio è alta: dopotutto lo stesso Tortu ma vinto in carriera un solo titolo italiano nel 2016 a Rieti sui 100 metri, ma non ha mai trovato la corona indoor. Che sia questa la volta buona? Non ci resta che dare la parola alla pista di ancora e alla finale di 60m per scoprirlo. (agg michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE FILIPPO TORTU NEI 60 METRI

La finale dei 60 metri con Filippo Tortu ai Campionati Italiani Assoluti Indoor di atletica da Ancona rientrerà nella diretta tv di Rai Sport + HD, a differenza dei due turni precedenti che invece non vorranno coperti dalle immagini televisive. Il momento imperdibile comunque sarà visibile a tutti, in televisione oppure in diretta streaming video grazie a Rai Play. Da non dimenticare in ogni caso il sito ufficiale della FIDAL, che resta sempre il principale punto di riferimento per notizie e risultati cui gli appassionati di atletica potranno affidarsi. CLICCA QUI PER LO STREAMING RAI PLAY

TORTU IN FINALE

Ancora una prova super per Filippo Tortu, vera star sulla pedana di Ancona nella semifinale dei 60 m uomini per i Campionati assoluti italiani indoor di atletica 2020, che si è appena chiusa. Il finanziere classe 1998 infatti, dopo aver trovato un ottimo 6,73 nelle batterie, si migliora ancora e si qualifica con il primo tempo di 6,71 alla finalissima della prova, strappando così il miglior crono della sessione di semifinale. Assieme a lui solo tra pochissimo vedremo poi in pedana per la finalissima dei 60 m anche Massimiliano Ferraro, primo rivale di Tortu e autore dell’ottima prestazione sul 6,72 in semifinale e Polanco Rojp, che ha segnato il 6,76. Sono poi tempi superiori al 6,80 per Galbieri, Kyereme e Rigali: si sono qualificati come riserva Fornasari e Federici. (agg Michela Colombo)

COMINCIANO LE SEMIFINALI

Si accende la semifinale per la gara dei 60 m dei Campionati assoluti italiani indoor di atletica e certo il protagonista atteso in pedana ad ancona solo tra pochi istanti sarà Filippo Tortu, Il velocista italiano ha ben fatto nella batteria del mattino e cerio ci attendiamo da lui un’ottima prestazione anche in questa fase preliminare: obiettivo naturalmente quello di accedere alla finalissima di oggi pomeriggio e fare proprio il titolo italiano indoor, che proprio gli manca nella bacheca. L’ottimismo in vista di queste prove e dunque anche per la semifinale che inizierà solo tra poco è tanta: lo stesso Filippo Tortu alla vigilia infatti si era detto particolarmente pronto alla tappa di Ancona. Il velocista aveva infatti affermato sulle colonne de il Faro qualche giorno fa: “Voglia di correre? Tanta, tantissima. Non avevamo in programma di gareggiare indoor, ma voglio tornare a sentire lo sparo dello starter e quindi abbiamo deciso di partecipare ai Campionati Italiani perché è la gara più importante della stagione invernale. Non li facevo da tanto, per motivi tecnici o per infortunio, e quindi sono felice di esserci”. Diamo la parola alla pedana: la semifinale dei 60 m con Filippo Tortu sta per avere inizio! (agg Michela Colombo)

GARA POSTICIPATA

Dobbiamo segnalare una variazione nella semifinale di Filippo Tortu che gareggia nei 60 metri ai campionati assoluti italiani di Ancona: al Palaindoor infatti sono cambiati alcuni orari e le altre batterie che si sarebbero dovute disputare ora avranno luogo alle ore 16:05 e alle ore 16:15. Di conseguenza è stata spostata anche la finale, che sarà non prima delle ore 17:35 di oggi: ricordiamo che Filippo Tortu ha chiuso le batterie con il miglior tempo al pari di Massimiliano Ferraro, un confortante 6’’73 nel quale il campione azzurro non si è ancora del tutto svelato come era giusto che fosse. Le semifinali saranno interessanti per dirci soprattutto in che modo si comporteranno i suoi avversari, in particolar modo quelli che hanno fatto bene nelle batterie e cioè Michael Kyereme, che ha sorpreso tutti gli addetti ai lavori e gli appassionati, e Yassin Bandaogo che ha corso la prima prova del giorno insieme a Tortu, mettendolo in difficoltà, dunque, dovremo ancora aspettare per scoprire quello che succederà ad Ancona… (agg. di Claudio Franceschini)

SEMIFINALI FILIPPO TORTU, 60 M CAMPIONATI ASSOLUTI

Siamo al via delle semifinali nei 60 metri ai campionati assoluti italiani: ad Ancona sarà un testa a testa tra Filippo Tortu, il grande favorito che si prepara all’anno olimpico e che oggi ha corso per la prima volta in stagione, e Massimiliano Ferraro che, almeno da pronostico, sarebbe l’unico capace eventualmente di strappare la vittoria al numero uno della velocità. In batteria entrambi hanno centrato un 6’’73, e dunque non possiamo nemmeno dire chi sia andato meglio a livello cronometrico; nella prima batteria Ferraro ha certamente rallentato, Tortu invece è stato insidiato fino al termine da Yassin Bandaogo che ha chiuso in 6’’85 staccandosi davvero solo negli ultimi 10 metri della batteria. Ricordiamo poi che gli altri vincitori delle batterie sono stati Hillay Polancfo (6’’80) e Michael Kyereme che ha sorpreso tutti correndo in 6’’83. Tra poco appunto le semifinali, nel pomeriggio avremo invece la finale nella quale vedremo se Tortu sarà presente e riuscirà a prendersi un titolo che, lo abbiamo detto in precedenza, non è mai riuscito a conquistare. (agg. di Claudio Franceschini)

60 METRI, TORTU IL PIU’ VELOCE NELLE BATTERIE

E’ Filippo Tortu il più veloce nelle batterie dei 60 metri ai campionati assoluti italiani indoor di Ancona. Nelle prime batterie dello sprint l’atleta brianzolo inizia la sua stagione al coperto con un buon 6.73, turno abbastanza agevole per quello che resta il primatista italiano di categoria. Tempo che è ovviamente sufficiente per approdare in semifinale (si correrà questo pomeriggio alle 16.05). Tra gli altri tempi notevoli fatti registrare in questo primo turno delle batterie dei 60 metri, ottima prestazione da parte di Massimiliano Ferraro (della Riccardi Milano), che nella prima batteria corre nello stesso tempo del finalista mondiale di Doha: 6.73 e che in questo momento sembra l’unico in grado di poter contendere a Tortu la corsa al primo posto e al titolo italiano nella specialità. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Fra poco si comincerà a correre veloce con Filippo Tortu e gli altri specialisti dei 60 metri ai Campionati Italiani Assoluti Indoor di atletica. In questa gara così breve sono previsti ben tre turni, dunque nello spazio di non molte ore avremo batterie, semifinali e finale: lo sforzo è brevissimo ma molto intenso e anche la gestione dei vari turni dunque è sempre molto importante, a maggior ragione considerando che ogni minimo dettaglio può fare la differenza in una gara che dura davvero un soffio. Filippo Tortu e anche Marcelo Jacobs non dovrebbero avere problemi di alcun tipo per passare i primi turni e di conseguenza li attendiamo grandi protagonisti in finale, d’altronde Filippo qualche mese fa è arrivato in finale anche nell’occasione più prestigiosa, cioè sui 100 metri ai Mondiali di Doha. In Qatar Filippo Tortu fece 10”20 in batteria, dove invece aveva brillato Jacobs con 10”07; in semifinale però ecco 10”11 per Tortu mentre il 10”20 toccò a Marcell, eliminato, poi Filippo si migliorò ulteriormente in finale correndo in 10”07 per un settimo posto (secondo europeo) comunque storico. Oggi il contesto è molto meno importante, ma in palio c’è pur sempre un campionato italiano: che cosa succederà? Parola alla pista e al cronometro per scoprirlo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ALBO D’ORO

Abbiamo già accennato al fatto che Filippo Tortu non ha mai vinto i 60 metri ai Campionati Italiani Assoluti Indoor di atletica, dunque staremo a vedere se oggi potrà arrivare la sospirata prima volta. D’altronde non sempre gli Assoluti indoor sono al centro dell’attenzione per chi ha obiettivi ancora più grandi, lo dimostra il fatto che Pietro Mennea si sia laureato una sola volta campione d’Italia dei 60 metri indoor nel 1976. Al primo posto nell’albo d’oro troviamo invece un nome meno noto al grande pubblico come Antonio Ullo, il quale era eccellente specialista della velocità pura e si trovava dunque perfettamente a suo agio nei 60 metri, vinti agli Assoluti indoor per cinque volte nel 1984, 1986, 1988, 1989 e 1990. Nell’ultimo decennio invece il mattatore assoluto è stato Michael Tumi, che ha raggiunto proprio Ullo a quota cinque vittorie, laureandosi campione d’Italia negli anni 2011, 2012, 2013, 2016 e 2018. Infine ricordiamo che l’anno scorso vinse Luca Lai con il tempo di 6”71; oggi il duello sarà invece tra Filippo Tortu e Marcell Jacobs? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Filippo Tortu in copertina, come sempre: il velocista brianzolo sarà la stella della gara dei 60 metri maschili ai Campionati Assoluti indoor di atletica che si terminano oggi ad Ancona. La gara di velocità pura (a maggior ragione a livello indoor, dove si gareggia appunto sulla distanza dei 60 metri) sarà appunto il piatto forte di oggi, domenica 23 febbraio: le batterie sono in programma alle ore 12.10, ecco poi le semifinali che sono fissate da calendario alle ore 13.15 ed infine la finale alle ore 16.55, che vedrà proprio Filippo Tortu grande favorito, come è normale che sia per chi è arrivato settimo nei 100 metri ai Mondiali di Doha 2019. Non solo Tortu però in questi 60 metri, perché ad Ancona sarà in gara pure Marcell Jacobs, che ha ufficializzato la sua presenza agli Assoluti indoor dopo aver migliorato il primato personale a Lievin, in Francia, mercoledì sera con 6.63, in occasione del quinto posto sul palcoscenico internazionale del World Indoor Tour. Con Tortu e Jacobs entrambi in pista, ci sono tutte le premesse per una gara spettacolare e molto veloce.

IL PROTAGONISTA FILIPPO TORTU

Filippo Tortu si presenta ai Campionati Italiani Assoluti Indoor di atletica in una situazione un po’ particolare, perché questa sarà l’unica gara della sua stagione sui 60 metri indoor. Al Palaindoor del capoluogo marchigiano il velocista delle Fiamme Gialle riassapora la pista dopo un lungo periodo di allenamento, fondamentale come base della preparazione in vista di una stagione che naturalmente culminerà con le Olimpiadi di Tokyo, quando l’obiettivo sarà tornare in finale come già a Doha – senza dimenticare c he ci saranno anche gli Europei, dove invece Tortu potrebbe puntare al podio. In carriera tra l’altro Filippo Tortu ha vinto soltanto un titolo italiano assoluto, nel 2016 a Rieti nei 100, incredibilmente mai la corona indoor, che l’anno scorso andò a Luca Lai, oggi assente per infortunio. In compenso l’anno scorso Tortu face molto bene ad Ancona indoor, ma in occasione di un meeting e non degli Assoluti: oggi sarà la volta buona anche per festeggiare il titolo nazionale che ancora manca nella bacheca di Filippo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA