Finale Amici 21, qualcosa non torna: perchè sala stampa non critica?/ Il motivo è…

- Serena Granato

La finale di Amici 21 fa discutere : ecco perchè la sala-stampa non ha registrato sentenze critiche sui 6 finalisti

I finalisti di Amici 21 (Foto: web)
I finalisti di Amici 21 (Foto: web)

Amici 21, la finale decreta il vincitore tra le polemiche

Com’è ormai risaputo, il Grand final di Amici 21, andato in onda il 15 maggio 2022 su Canale 5, ha decretato i premi e i conferimenti per i 6 finalisti e il trionfo assoluto di Luigi Strangis, tra le polemiche più disparate. Tra le varie contestazioni mosse in rete, in particolare c’è stato chi ha criticato i giornalisti adibiti alla critica in sede di finale, ad Amici 21, per aver ignorato il secondo  cantante del talent per numero di ascolti su Spotify Italia dopo LDA, Albe. E non solo. La sala-stampa ha destato curiosità generale anche per i mancati giudizi critici rivolti ai protagonisti della finale di Amici 21. Ma per quale motivo i giornalisti non hanno mosso alcuna critica verso i finalisti del talent, in finale? A rispondere alla curiosità del web ci pensa il rappresentante di Tv blog, invitato al grand final di Amici 21.

Tv blog svela la mancata critica della sala-stampa alla finale di Amici 21

La sala-stampa presente alla finale di Amici 21 aveva il compito di assegnare il premio della critica – del valore di 50mila euro- che è stato conferito a Sissi (Silvia Cesana). E nella sua replica al quesito web del momento, Massimo Galanto rende noto: “Ho letto anche io questi commenti un po’ critici nei commenti dei giornalisti, ma la spiegazione è molto più semplice. La produzione di Amici invita il giornalista che fa parte della stampa e gli viene esplicitato che la finale di Amici viene vista come una sorta di festa. L’invito che viene proprio esplicitato – e quindi non è implicito – è di evitare di rovinare la festa. Tradotto: se hai un commento positivo da fare su uno dei concorrenti alzi la manina e lo esprimi liberamente”.

L’intervento rilasciato al podcast Tv blog spills, poi, prosegue: “Se invece devi venire alla finale di Amici e dire ‘tu sei peggio, tu sei ancora peggio, tu non sei capace’ allora forse è meglio di no. Mi sembra una richiesta lecita. Non è che all’Eurovision sono tutte pippe e ad Amici tutti talenti. La consapevolezza è che facciamo parte di un programma televisivo che ha delle regole e se si vogliono rispettare si può partecipare, altrimenti si può restare a casa”.

 







© RIPRODUZIONE RISERVATA