Fiorello/ “La quarantena? Non esco mai di casa. Spero che torni tutto come prima”

- Anna Montesano

Fiorello racconta la sua quarantena ai microfoni di Un giorno da pecora: “Non esco mai di casa e sento mia madre solo al telefono. Spero che torni tutto come prima”

fiorello 2019 tv 640x300
Fiorello, Jova Beach Party

Il collegamento telefonico di Giorgio Lauro e Geppi Cucciari nella puntata di oggi di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, si è tenuto con Fiorello. Il popolare showman ha raccontato come sta vivendo questo periodo di quarantena dettato dal Coronavirus con sua moglie Susanna Biondo. Si è partiti con le abitudini culinarie: “Abbiamo il pranzo un po’ in avanti nell’orario, per arrivare prima a sera”, ha esordito Fiorello, per poi svelare il menù del giorno “Sto mangiando la pasta al forno che abbiamo cucinato ieri e ci teniamo per due o tre giorni. E poi una specie di peperonata pesantissima, una ratatouille”. Fiorello ha poi raccontato come trascorre le sue giornate in quarantena: “Sono più le cose che sto facendo adesso che normalmente: sono sempre in collegamento con qualcuno, come con Jovanotti su Instagram”.

Fiorello in quarantena: “Non esco mai di casa. Ecco cosa mi manca di più”

Una quarantena serrata per Fiorello che racconta di non uscire mai di casa: “Esco solo nel giardino condominiale con il cane, la mattina. E quando torniamo a casa gli disinfettiamo le zampette”. Lo showman racconta poi che a mancargli di più è “Per esempio via Asiago durante Viva RaiPlay!: c’era una confusione di gente, con tutti i programmi di Radio2, il mio e quel gazebo fuori dal palazzo che si mischiavano. C’era una coacervo di vite che si intrecciava. – così aggiunge – Spero che torni tutto, e sono sicuro che apprezzeremo anche una stretta di mano, anche quello sarà un momento bellissimo”. In questo momento così delicato, anche Fiorello sente i suoi cari soltanto attraverso le videochiamate: “Mia madre ha 84 anni, l’ho dotata di smarphone e adesso la chiamo in video ogni mattina e facciamo colazione insieme”, racconta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA