FIORELLO:”LO SAI CHE TI VOGLIO BENE?”/ I siparietti storici con Mike Bongiorno

- Morgan K. Barraco

Rosario Fiorello racconta la sua avventura televisiva con Mike Bongiorno, a 10 anni dalla scomparsa. Confida:”Ho perso il mio miglior compagno di giochi

Fiorello e Mike Bongiorno
Fiorello e Mike Bongiorno in uno spot televisivo (YouTube)

Il rapporto tra Mike Bongiorno e Fiorello era davvero speciale. I due infatti erano legati da una profonda amicizia, oltre che da una sincera stima professionale reciproca. A dieci anni dalla scomparsa del conduttore, l’amico Fiorello ha voluto esprimere il suo ricordo di Mike Bongiorno, andando a richiamare le ultime parole che Fiorello gli disse poco prima della scomparsa. Parole davvero tenere e commoventi, con quel “anche io ti voglio bene” confessato al Re Dei Quiz in uno dei loro siparietti televisivi. Fiorello ha poi ricordato come la morte di Mike Bongiorno sia stata un avvenimento molto difficile da affrontare. In tanti, lui compreso, ricordano il duo per quei simpaticissimi spot televisivi realizzati insieme per la Wind. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

FIORELLO E MIKE BONGIORNO, STORIA DI UNA LUNGA AMICIZIA

La lunga amicizia fra Rosario Fiorello e Mike Bongiorno avrà tanti meriti e non solo quello di unire due showman di due epoche del tutto diverse, in grado di far divertire con gli sketch a due. Fiorello e Mike regaleranno agli italiani un’amicizia fresca e tipica dei ragazzini, nonostante Bongiorno fosse conosciuto prima del loro sodalizio per quel contegno e severità che lo hanno sempre contraddistinto in tanti anni di tv italiana. “La popolarità di questo collegamento divenne tale che nei giorni in cui Fiorello non riusciva a raggiungermi, arrivavano telefonate di protesta della Rai“, raccontava Mike all’epoca di Viva Radio2, come ricorda Il Corriere della Sera. In quel periodo tra l’altro Bongiorno non stava vivendo un momento particolarmente felice dal punto di vista lavorativo. Dopo essere diventato il re dei quiz, nessuna emittente italiana sembrava più volerlo alla guida di altri programmi. Non per via di qualche errore, ma perché ormai quella sua aria di uomo comune tanto vicino agli italiani non faceva più presa. La popolarità di Fiorello invece era già alle stelle, anche perché proponeva l’immagine di uno showman moderno e originale. I due estremi, uniti insieme, non potevano che creare un effetto positivamente devastante nella mente del telespettatore. Questa sera, sabato 7 settembre, alle 20.35 su Rai 1 Fiorello intervistato da Vincenzo Mollica racconterà la sua avventura televisiva con Mike Bongiorno, scomparso 10 anni fa.

Fiorello e Mike Bongiorno: dalla radio agli spot tv

Lo sai che ti voglio bene?”: sono queste alcune delle parole che Rosario Fiorello ricorderà sempre con affetto di Mike Bongiorno. Un uomo spesso poco espansivo, poco incline a manifestare il suo affetto verso chiunque. Eppure in grado di rinascere, mostrare un lato di sé più che inedito grazie all’amicizia personale e al patto artistico stretto con il conduttore più giovane. Lo racconta il diretto interessato nella trasmissione A raccontare comincia tu diretta da Raffaella Carrà, che sceglierà proprio Fiorello come suo primo ospite. “Ho perso il mio miglior compagno di giochi“, sottolineerà invece in occasione della morte dello storico presentatore, avvenuta ormai dieci anni fa mentre si trovava a Montecarlo. “Ora riesco solo a pensare che mi mancherà davvero moltissimo“, concluderà durante un commento pubblico, come ricorda La Repubblica. Mike in effetti si è trasformato sotto molti punti di vista al fianco di Fiorello, sfociando anche negli spot pubblicitari per la Wind. Anni dopo la prima apparizione radiofonica di Bongiorno a Vivaradio2, dove Fiorello proponeva già una sua perfetta imitazione. Lo precederà persino in Sky negli anni ’80, dopo aver ricevuto le porte chiuse da Mediaset. L’ultimo evento pubblico a due si svolgerà invece poco tempo prima della scomparsa del conduttore, grazie ad una campagna per Infostrada dove l’ex comico presentava il prodotto con un monologo in cui spiegava fra le altre cose il motivo dell’assenza di Mike. “L’azienda ha voluto così“, spiega Rosario prima che Mike arrivi al suo fianco per guardarlo in modo minaccioso, senza dire una parola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA