Firenze piazza di spaccio “Polizia dorme”/ Pusher immigrati: “Agenti? Nessuna paura”

Firenze piazza di spaccio: “La polizia dorme”. La spavalderia dei pusher immigrati nello splendido capoluogo toscano, i contrasti di una città meravigliosa

Polizia a scuola
Polizia (LaPresse, immagini di repertorio)

Il parco delle Cascine di Firenze è una piazza di spaccio della droga. A denunciarlo, “scoprendo l’acqua calda”, è il quotidiano IlGiornale.it, che ha raccontato e documentato gli andazzi che avvengono da quelle parti ogni giorno. Decine e decine di immigrati e spacciatori si possono trovare ai lati della strada ogni notte, alla ricerca di nuovi clienti. Di solito viaggiano a coppie: il pusher vero e proprio, e il palo. Sono attivi 24 ore su 24 ogni giorno, e reperire qualsiasi tipo di stupefacente è davvero facile. Basta spostarsi poi di pochi chilometri, presso la Fortezza da Basso, vicino al centro storico, per individuare una nuova piazza di spaccio. La chiamano “stanza del buco” ed è uno spazio molto oscuro che è delimitato da un cancello di ferro. Un andazzo che va avanti da tempo, impavido. “La polizia dorme” dicono gli stessi spacciatori, sicuri che nessuno interverrà per fermarli.

FIRENZE PIAZZA DI SPACCIO, PUSHER SENZA SCRUPOLI

La maggior parte di loro è un “fantasma”, essendo entrati illegalmente nel nostro paese con i barconi. Molti di loro non hanno residenza, domicilio, ed è impossibile rintracciarli. “Non ti preoccupare della polizia – dicono ancora – non ci fa paura”. In Toscana si può parlare di vera e propria emergenza droga, con il consumo di stupefacenti che purtroppo “va a gonfie vele”, e che da gennaio 2019 ad oggi ha già provocato 13 morti, fra cui l’ultimo lo scorso 2 novembre, un 38enne trovato senza vita vicino alla stazione centrale. Ma gli immigrati non si fanno scrupoli, vendendo la roba anche ai minorenni, a cominciare dall’eroina, quella che continua ad essere la più letale. Una storia di illegalità, degrado e impunità, a due passi dalle meraviglie di Santa Maria del Fiore, degli Uffizi, di Palazzo Vecchio e del Ponte Vecchio, ma nessuno fa nulla…



© RIPRODUZIONE RISERVATA