Flavia Vento, casta da 4 anni/ “E’ una scelta… persone serie? Non ci sono!”

- Valentina Gambino

Flavia Vento parla della sua castità: “Da quattro anni non faccio l’amore ma non per religione o moralità…”.

flavia vento 2018 instagram
Flavia Vento, foto da Instagram

Flavia Vento ha scelto di raccontare tra le pagine del settimanale Lei, alcuni dettagli della sua vita privata ed anche sessuale. Sono ormai quattro anni che la bionda showgirl non fa l’amore con un uomo e, ripercorrendo con la memoria gli anni della giovinezza, torna indietro nel tempo a quando aveva appena 20 anni. La conosciamo tutti per la sua carriera in TV, ma chi è davvero Flavia Vento? Un profilo il suo, che difficilmente si è incastrato nello stretto perimetro della showgirl. La biondissima ha avuto modo di arrivare anche alla pubblicità, fino al ruolo di valletta e del chiacchierato gossip sulla sua intensa vita privata. Sguardo spesso tra le nuvole e comportamento da svampita hanno fatto di lei un personaggio pop e “sopra le righe”, nel vortice del pettegolezzo per i suoi diversi fidanzati… “Com’era il mio rapporto con gli uomini da giovane? Quando hai vent’anni, sei bella e fai la modella, hai tantissimi corteggiatori, poi capisci che di persone serie ce ne sono veramente poche”.

Flavia Vento: “Io casta da 4 anni!”

Flavia Vento racconta di avere vissuto spiacevoli situazioni a livello sentimentali: “Dobbiamo renderci conto che troppi uomini prendono in giro noi donne. Ho amiche che pensavano di aver incontrato l’amore della propria vita per poi scoprire che venivano tradite quotidianamente. Sono sempre stata una ragazza in cerca di qualcosa di solido, poco incline alle scappatelle”. E sulla sua castità confida: “Da circa quattro anni. La castità per me è una scelta che nulla ha a che fare con la religione o la moralità, bensì dipende dalla difficoltà di incontrare una persona seria con cui costruire qualcosa”. Poi aggiunge: “Credo di essere una donna intelligente e sensibile e sono aspetti del mio carattere che sono passati in secondo piano nel corso della mia lunga carriera. La causa è stata anche il ruolo che mi è stato affibbiato a “Libero”, il programma di Teo Mammuccari. È stato un lavoro del quale mi pento, seppur accettato con tutta l’incoscienza dei venti anni. Quel ruolo sotto il tavolo era un po’ riduttivo rispetto a quello che ero e che facevo. Se volevano elargire la mia bellezza, potevano farmi fare un ballo. Sentirmi dire che ero una scema non è stato bello”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA