Flavio Briatore/ “In Italia pensano solo a chi ha il reddito fisso, basta caz*eggio”

- Davide Giancristofaro Alberti

Flavio Briatore si sfoga: “In Italia pensano solo a chi ha il reddito fisso, gli altri sono di Serie B. Servono date certe, ci dicano quando riaprire”

briatore
Flavio Briatore (LaPresse)

Punta il dito nei confronti del governo Flavio Briatore, noto imprenditore italiano. Parlando nelle scorse ore con i microfoni di Radio Capital, durante il programma “Le Mattine” di Selvaggia Lucarelli e Fabio Salamida, ha spiegato: “Abbiamo paese a due velocità, quelli che hanno il reddito fisso possono stare chiusi quanto vogliono, per loro è meglio perchè prendono gli stessi soldi, poi ci sono commercianti, palestre, parrucchieri, che sono morti, ragazzi rovinati, l’Italia pensa solo a un certo tipo di gente, il reddito fisso, tutti gli altri sono di Serie B, devono dare il reddito di cittadinanza a tutti”.

Flavio Briatore lamenta una mancanza di programmazione in Italia: “A Londra (dove recentemente ha investito su Pizza Crazy ndr) abbiamo aperto due giorni fa, solo locali all’aperto: la gente era talmente entusiasta dopo un anno di lockdown che c’era la fila a zero gradi per essere in terrazza, un grande entusiasmo per tutto il gruppo, i camerieri avevano la lacrimuccia agli occhi, finalmente si riparte. Ci hanno dato delle date, il 12 aprile le terrazze, il 17 maggio tutti i ristoranti poi il 18 giugno si aprono discoteche e tutto quanto, quindi gli imprenditori sanno quello che devono fare”. E ancora: “Quando tu apri un ristorante, non è come accendere la luce in una cantina, devi programmare almeno un mese e mezzo prima, non si rendono conto. Dovrebbero dire apriamo il 15 luglio, il 15 agosto, o non apriamo. Prima la Sardegna è bianca – prosegue – poi diventa rossa, poi diventa blu, la gente non ne può più. ci hanno fatto spendere una barca di soldi per mettere tutto in norma, gente che spende soldi per poi non riaprire, ci diano una data”.

FLAVIO BRIATORE: “LE DISCOTECHE CAMBIERANNO PER SEMPRE”

Flavio Briatore è convinto che serva vaccinare il più possibile: “L’unica salvezza è fare 40 milioni di vaccini ma se continuano a caz*eggiare, in tempo di guerra ci vuole gente coraggiosa che dica che si va avanti, muore più gente al mattino che si alza e sbatte la testa cadendo dal letto”. Flavio Briatore è già stato vaccinato: “Mi sono vaccinato con Pfizer, ma farò solo una dose perchè ho fatto il covid, dipende dagli anticorpi, io ne avevo 40. Astrazeneca l’avrei fatto ma devono smetterla di bloccare e devono vaccinare la gente è l’unico modo per uscire da questo dramma e far ripartire tutti, devono vaccinare non per categoria ma i più fragili”. Sulla scorsa estate in Sardegna: “I casi in Sardegna sono stati come in tutti Italia ma c’è stato un accanimento particolare, son successe cose sicuramente ma come in tutti gli altri posti, i protocolli praticamente non esistevano. Questa ondata di agosto ha preso tutti di sorpresa. In tutto il mondo hanno sbagliato”. Secondo l’imprenditore piemontese è probabile che il covid lascerà per sempre il segno fra i locali notturni: “Le discoteche come prima non ci saranno più ma non solo in Italia, si andrà verso ristoranti, intrattenimento con dinner show, performance di artisti, bisogna cambiare, noi stiamo cambiando il Twiga di Montecarlo, cambieremo il Billionarie che diventerà solo ristorante con intrattenimento. La gente ieri a Londra a zero gradi stava in terrazza, io sono convinto che se avessimo aperti all’interno avremmo avuto meno gente, ti rimane questa cosa”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA