Formula 1/ Gp Brasile 2019, Minardi: Hamilton è sempre il favorito (esclusiva)

- int. Giovanni Minardi

Formula 1 Gp Brasile 2019, il pronostico di Giovanni Minardi verso la gara di Interlagos: Hamilton ancora favorito. Sulla polemica Ferrari-Verstappen…

lewis hamilton festa formula 1
Formula 1: Lewis Hamilton (Foto LaPresse)

Penultimo appuntamento del Campionato Mondiale di Formula 1 con il Gran Premio del Brasile, con Lewis Hamiltom già campione del mondo per la sesta volta. Sulla pista di Interlagos la Mercedes punta a un altro trionfo, dopo il successo di Valtteri Bottas ad Austin. La Ferrari però non ci sta: Sebastian Vettel e Charles Leclerc vorranno chiudere questa stagione difficile alla grande e rispondere alle polemiche e alle critiche di Max Verstappen, altro candidato al successo a Interlagos. Per presentare il Gran Premio del Brasile di Formula 1 abbiamo chiesto un pronostico a Giovanni Minardi in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Come vede questo Gran Premio del Brasile? Dovrebbe essere una gara molto bella, con una Mercedes favorita visto anche il momento favorevole che sta passando e la Ferrari che farà di tutto per comportarsi nel modo migliore possibile.

Hamilton come correrà? Hamilton correrà nella condizione ideale. Ha già vinto il titolo, potrà vivere un Gran Premio in scioltezza puntando al risultato migliore. Sarà lui il favorito.

Bottas potrebbe fare il bis degli Stati Uniti? Anche lui potrebbe approfittare del buon momento della Mercedes e puntare dunque al bis di Austin.

Che gara si aspetta dalla Ferrari? La Ferrari cercherà soprattutto di smentire le critiche di Verstappen, che ha detto che Maranello ora non ha più la possibilità di rubare…

Cosa pensa delle critiche di Verstappen alla Ferrari? Verstappen ha esagerato, ha parlato senza peli sulla lingua ma ingiustamente. Il problema è che la Fia ha ha imposto quelle modifiche regolamentali prima di Austin alla Ferrari.

Quale ruolo per la Red Bull in Brasile? La Red Bull resta sempre una squadra in grado di portare Verstappen sul più alto gradino del podio.

Quali sono le caratteristiche del circuito di Interlagos? È un circuito tecnico, con discreti punti di sorpasso, dove si potrebbe assistere a una gara altamente spettacolare.

Un bilancio di questa stagione? Mi è piaciuta, soprattutto nelle prove che mi hanno spesso entusiasmato. È stato bello poi il periodo migliore della Ferrari, che però è partita troppo male per lottare per il titolo.

Quali sono le prospettive per il prossimo anno e soprattutto per il 2021? La prossima stagione la Ferrari con qualche miglioramento potrebbe anche competere con la Mercedes. Nel 2021 poi quando cambieranno i regolamenti le cose potrebbero essere completamente diverse. Dovrebbero essere le scuderie più forti a lottare per i primi posti, non trascurerei però la Renault in grado di fare il salto di qualità per puntare veramente in alto…

Cosa pensa invece dell’ulteriore aumento del numero di Gran Premi? Diciamo che spesso la scelta dei Gran Premi viene fatta al di là degli spettatori che vengono a queste gare. Magari in Vietnam ci sarà tantissimo pubblico. La scelta però è soprattutto commerciale e si vuole puntare prima di tutto a un pubblico televisivo.

E Miami? Gli Stati Uniti sono da sempre una nazione sensibile e molto appassionata alle corse delle macchine. Ad Austin c’erano tantissimi spettatori. C’è poi la Formula Indy, la Nascar con 36 gare. Gli Stati Uniti vivono di automobilismo Non mi sembra strano quindi portare la Formula 1 in futuro a Miami, un progetto già in corso e che dovrebbe essere realizzato. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA