Formula 1, Gp Emilia Romagna 2020/ Minardi: “Hamilton sempre favorito” (esclusiva)

- int. Giancarlo Minardi

Intervista esclusiva a Giancarlo Minardi alla vigilia del weekend della Formula 1 per il Gran premio dell’Emilia Romagna 2020, atteso a Imola.

Hamilton Mercedes Formula 1
Formula 1, Lewis Hamilton - LaPresse

Sarà il ritorno a Imola dopo quattordici anni: questo fine settimana per il Mondiale della Formula 1 andrà in scena il Gran premio dell’Emilia Romagna 2020, e siamo dunque veramente impazienti di fare ritorno in Italia. Dopo le prove di Monza e Mugello, eccoci sulla pista emiliana, dove ancora una volta le nette favorite sono le Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Le vetture della casa anglo tedesca paiono infatti veramente imprendibili e specie l’inglese è ormai sempre più vicino all’ennesimo titolo iridato, dopo anche il trionfo ottenuto a Portimao solo pochi giorni fa. Soliti rivali saranno le Red Bull di Verstappen e Albon, con la Ferrari che spera di riscattarsi sulla pista italica. Per presentare questo Gran Premio dell’Emilia Romagna 2020 abbiamo sentito Giancarlo Minardi: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net

Come vede questo Gran Premio dell’Emilia – Romagna? Una bella gara, un appuntamento importante, dove la Mercedes partirà come al solito favorita. Per la prima volta il Gran Premio sarà suddiviso in due giorni, per un avvenimento motoristico di straordinaria importanza!

Un giudizio su Lewis Hamilton. E’ un grandissimo pilota, ma non si possono fare paragoni col passato. Un tempo del resto si correva anche di meno come con Schumacher e Senna. C’erano solo quattordici gare invece delle venti, anche di più attuali. Hamilton vince tanto perchè è forte e per il fatto di correre con la Mercedes che ormai da anni domina la Formula 1.

Cosa pensa farà a Imola? Potrebbe vincere, sicuramente correrà per questo, non vorrà accontentarsi e sarà un duello tra lui e Bottas per il successo finale.

E la Ferrari? Spero faccia bene, magari confermare il quarto posto di Silverstone. Credo che di più non si possa fare, non si possa andare sul podio. Con la Red Bull la Ferrari è tra le tre squadre più forti del Mondiale, un Mondiale molto competitivo con pochi team in pochi secondi. Se si eccettua la Mercedes che resta veramente di un altro pianeta…

Fino a quando durerà il dominio della Mercedes… Fino al 2021, poi nel 2022 coi nuovi regolamenti se gli altri team si sapranno attrezzare nel modo migliore le cose cambieranno.

Quali altre squadre, piloti vede protagonisti a Imola? La McLaren, La Renault, la Racing Point e l’Alfa Racing che conosce bene questo circuito e potrebbe fare molto bene.

Imola quattordici anni dopo, il ritorno della Formula 1 che effetto fa? Una grande emozione, una grande cosa, una soddisfazione veramente grande. Del resto tutto questo testimonia il valore dell’automobilismo italiano. Abbiamo avuto anche per via di questo anno così particolare tre Gran Premi in Italia, con tre circuiti tutti omologati, Monza, il Mugello, Imola. L’Inghilterra altra patria della Formula 1 ha solo Silverstone. Brands Hatch non è omologato. L’Italia è la patria dell’automobilismo mondiale.

Cos’è l’automobilismo, il motorismo in Emilia – Romagna? Il motorismo in questa regione ha veramente grande tradizione, ci sono due team di Formula 1, ci sono due team della MotoGp, il team Gresini e la Ducati, la Lamborghini, la Maserati sono nati diversi campioni, c’è tanta passione, tanto amore per gli sport del motore. Per l’Emilia e la Romagna il motorismo è cultura, è una cosa da sempre presente nella sua storia, un grande modo di essere di questa regione.

Chi vincerà il Gran Premio dell’Emilia – Romagna? Sarà una sfida tra Hamilton e Bottas per contendersi il successo finale.

Sarà a Imola domenica? Sì ci sarò, non potrò mancare a questo appuntamento così importante…

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA