Forum Sviluppo Sostenibile 19-21 novembre/ Lombardia: “Driver decisivo per ripartire”

- Niccolò Magnani

Parte domani il Forum regionale dello Sviluppo Sostenibile in Regione Lombardia: l’assessore Cattaneo anticipa i contenuti, “un driver fondamentale per ripartire dopo la pandemia”

Forum Sviluppo Sostenibile
Forum Sviluppo Sostenibile in Lombardia

Scatterà domani il primo Forum Regionale per lo Sviluppo Sostenibile organizzato da Regione Lombardia: una tre-giorni per discutere, in rigorosa diretta video streaming, di sostenibilità e futuro coinvolgendo imprese e università (qui il programma specifico e la presentazione). Gli obiettivi sono stati fissati dalla stessa Regione negli incontri del “Pre-Forum” di questi giorni (qui i documenti e i video): si parte dal “Presentare l’azione regionale per sviluppo sostenibile in una visione globale”, passando per il confronto sulla “Strategia di Regione Lombardia”, chiudendo con il coinvolgimento di nuovi soggetti lombardi e visibilità all’azione dei sottoscrittori del “Protocollo sulla sostenibilità”. Nella tre giorni organizzata da Regione Lombardia e Sostenibilità in Lombardia si comincerà domani con la giornata di incontri dedicata alle istituzioni: venerdì protagonisti saranno stakeholders e rappresentanti della società civile mentre il 21 novembre, ultima giornata, si avrà una riflessione dedicata all’etica ambientale. Come già anticipato, tutti i pomeriggi saranno invece dedicati a workshop tematici e testimonianze.

L’ASSESSORE CATTANEO: “FORUM SOSTENIBILITÀ PER RIPARTIRE”

«Questo Forum rappresenta un momento di riflessione importante per presentare l’azione regionale per lo sviluppo sostenibile in una visione globale, anche nel nuovo contesto che si è generato a seguito della pandemia. Lo sviluppo sostenibile va scelto, non accade per inerzia. Ed è un driver fondamentale per ripartire», spiega l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo. Il Forum per lo Sviluppo Sostenibile sarà un momento di ulteriore riflessione e proposta per il futuro all’interno di una situazione generale dove la pandemia «ha messo in evidenza l’esigenza ancor più rafforzata di garantire un equilibrio stabile tra uomo e ambiente e tra uomo e natura, e dall’altro ha determinato una situazione di incertezza economica che richiede una capacità di rilancio e di ripresa immediata. Una ripresa che sarà tanto più solida quanto più sostenibile».

Nel Forum regionale – che avrà una diretta streaming accessibile a tutti sul portale www.svilupposostenibile.regione.lombardia.it/forum – vedrà la messa in “pratica” concretamente del “Protocollo lombardo per lo sviluppo sostenibile” (lanciato a settembre 2019 e aperto la sottoscrizione). In quel protocollo, spiega Cattaneo, «si è visto il coinvolgimento del mondo economico, delle università, delle associazioni di categoria, delle imprese e della società civile. In queste giornate daremo visibilità ad alcune azioni dei sottoscrittori del Protocollo Lombardo per lo Sviluppo sostenibile».

Non solo ambiente o clima ma anche sguardo prospettico alle complessità che domineranno la Lombardia, l’Italia e l’Europa nei prossimi anni post-Covid: «la ripresa dalla pandemia impone un cambiamento e l’adozione di un nuovo paradigma nelle nostre scelte. Con l’approvazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, gli obiettivi di sviluppo sostenibile sono diventati un riferimento universale nella definizione di politiche in campo economico, sociale e ambientale. E tema dello sviluppo sostenibile si pone come una sfida alla capacità di governare una transizione equa verso modelli di crescita più sostenibile e diffusa, sfruttando appieno le prospettive dal Green Deal promosso dalla Commissione Europea», conclude l’assessore lombardo in vista del primo Forum regionale con al centro lo Sviluppo Sostenibile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA