Francesco Renga/ “Con Ambra Angiolini e i nostri figli siamo ancora una famiglia”

- Davide Giancristofaro Alberti

Francesco Renga ha speso parole d’amore e d’affetto nei confronti della sua ex moglie Ambra Angiolini, madre dei suoi due figli: “Siamo ancora una famiglia”

Francesco_Renga_LaPresse
Francesco Renga (Lapresse)
Pubblicità

Francesco Renga ha sfruttato il periodo di quarantena per creare musica e realizzare il brano inedito “Insieme: Grandi amori”. Una canzone il cui titolo non è affatto passato inosservato, e che molti fan hanno immediatamente associato alla storia d’amore del cantante con l’attrice Ambra Angiolini. “La musica può dare coraggio – le parole dello stesso cantautore ai microfoni del Corriere della Sera – ma c’è bisogno di grandi amori, motori potenti che muovono energie positive”. L’artista friulano non ha negato di essere ancora molto legato alla sua storica ex, da cui ha avuto due figli: “A causa di questa quarantena – ha spiegato – per 3 settimane ho visto i miei figli solo in video, all’inizio mi è sembrato giusto che stessero con Ambra, perché era qui a Brescia da sola. Poi hanno fatto avanti e indietro. Anche se Ambra e io non stiamo più assieme e abbiamo altre relazioni, ci vediamo spesso. Insomma, non abbiamo mai perso il senso di famiglia. Anzi, noi quattro siamo ancora una famiglia”.

Pubblicità

FRANCESCO RENGA “CON AMBRA UN’AZIONE BENEFICA IN FAVORE DI BRESCIA”

Un legame quindi ancora profondo con l’ex compagna, che ricordiamo, è attualmente fidanzata con l’ex allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri. La stessa Ambra, tra l’altro, ha spiegato recentemente durante un’intervista a Maurizio Costanzo di essere stata molto gelosa di Renga (oggi in coppia con la modella Diana Polloni), per le sue numerose fan, aggiungendo comunque parole di stima e di affetto nei confronti del cantante di Udine. Ambra e Francesco Renga hanno portato avanti in questo periodo di emergenza una causa benefica in favore di SOStieni Brescia, che ha raccolto oltre 2 milioni di euro, fondi a sostegno della lotta al coronavirus. “L’idea è nata da Ambra – ha detto a riguardo Renga – che in queste cose ha una marcia in più. Brescia (fra le città più colpite dalla pandemia ndr) ha sempre dimostrato la sua generosità e le sue radici ben salde. Il Comune sta coordinando gli interventi: all’inizio le donazioni sono andate agli ospedali, ora ci si dirige verso chi è in difficoltà economica. Vedere le immagini di Brescia deserta sulle note di “Angelo” è stato potente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità