Francesco Zampaglione, ex Tiromancino / Gup: “Condanna a 2 anni e 10 mesi”

- Chiara Greco

Francesco Zampaglione, ex Tiromancino e fratello del leader del gruppo, è stato condannato a 2 anni e 10 mesi di carcere dopo aver tentato una rapina in una banca.

francesco zampaglione 2019 640x300
Francesco Zampaglione (web)

Il caso di rapina che vede coinvolto il fratello dei Tiromancino, ex membro anche lui del gruppo, Francesco Zampaglione, è arrivato ad un punto di svolta. Come riportato dall’agenzia stampa Adnkronos, il musicista è stato condannato a 2 anni e 10 mesi di carcere. La sentenza è stata emessa dal Gup di Roma dopo un processo con rito abbreviato. La procura aveva inizialmente sollecitato per una condanna inferiore a quella confermata poi oggi, 2 anni e 2 mesi, ma evidentemente il Giudice dell’Udienza Preliminare ha ritenuto opportuno condannarlo per il periodo confermato in udienza. Il fratello del leader dei Tiromancino è stato condannato per aver messo in atto una rapina in una banca il 29 agosto del 2019.

 

Zampaglione condannato a quasi tre anni di carcere dopo rapina

È arrivato il verdetto della sentenza per Francesco Zampaglione, conosciuto principalmente per essere il fratello di Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino. “Condannato a 2 anni e 10 mesi di carcere”: sono queste le parole del Giudice d’Udienza preliminare di Roma. Zampaglione è stato condannato per aver tentato una rapina in una banca la scorsa estate. Era entrato in una filiale di una banca di Monteverde a volto coperto e con pistola giocattolo. Dopo diverse minacce per avere il denaro depositato nelle casse, ha avuto una colluttazione con uno dei dipendenti della banca. Visto l’esito tragico della rapina, Zampaglione ha tentato la fuga ma è stato quasi subito fermato dai poliziotti del reparto volanti. Inizialmente messo in custodia cautelare dal giudice dell’epoca, poi riconfermato, ora è costretto a scontare quasi tre anni di galera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA