Francesco Zecchini bacio gay a Piazza San Pietro/ Poi provoca: “Papa Francesco…”

- Hedda Hopper

Francesco Zecchini bacio gay a Piazza San Pietro con un amico misterioso e poi provoca ringraziando per una fantomatica benedizione: “Papa Francesco…”

francesco zecchini bacio instagram 640x300

 Francesco Zecchini sa bene come provocare e far parlare di sè e questa volta ha usato i social e, in particolare, una foto per farlo. L’ex corteggiatore di Uomini e donne ed ex di Mario Serpa (un altro provocatore “social), poco fa ha pensato bene di mettere in piazza la sua piccola battaglia posando per un bacio gay con quello che sembra essere un amico con tanto di mascherina. Il gesto in sé non è legato al Coronavirus e al distanziamento sociale, bensì alla questione omosessuale su cui spesso si dibatte soprattutto quando si parla dei Cattolini e di Papa Francesco. Spesso le frasi del Pontefice sono apparse come di apertura all’amore in tutte le sue sfumature ma altre volte addirittura il contrario, proprio per questo Francesco Zecchini picchia duro posando per questo bacio in una location che non lascia spazio a dubbi: Piazza San Pietro.

FRANCESCO ZECCHINI PROVOCA SUI SOCIAL CON UN BACIO GAY A PIAZZA SAN PIETRO

Come se questo non bastasse, Francesco Zecchini colpisce duro anche con la sua didascalia che lancia un chiaro messaggio ai fan e allo stesso Pontefice al grido di: “Grazie per le benedizioni Papa Francesco” con tanto di risata ed emoticon con l’aureola e usando come hashtag dedicate al no al razzismo e all’omofobia: “#homophobia #catholic #papa #sanpietro #rome #noracism“. Di certo i suoi fan non si sono focalizzati sul messaggio quanto sul misterioso giovane che appare con lui nella foto e alcuni chiedono: “Un altro fidanzato?” mentre altri ancora si limitano a commentare con cuori e applausi.

Ecco il post finito sotto “accusa”:

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

thanks for the blessings Papa Francesco 🤣😇. #homophobia #catholic #papa #sanpietro #rome #noracism . . . . . . . . . #lovemyfriends

Un post condiviso da Francesco Zecchini (@francescozecchini) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA