Francia, attacco a museo Saint-Raphael/ Video, minacce in arabo: arrestato magrebino

- Niccolò Magnani

Francia, attacco nel museo di Saint-Raphael: arrestato l’uomo magrebino asserragliato per ore nella struttura dopo aver scritto minacce in arabo sulla facciata

Attacco al museo di Saint-Raphael
Francia, attacco al museo di Saint-Raphael (Twitter Bfmtv)

Ha tenuto sotto scacco per ore il museo archeologico di Saint-Raphael in Francia ma per fortuna l’uomo asserragliato nella struttura simbolo della cultura cattolica ed europea è stato arrestato pochi istanti fa dalle “teste di cuoio” francesi entrate in azione dopo l’allarme scattato da dentro il museo. La facciata dell’edificio era stata imbrattata da minacciose scritte in arabo tra cui, secondo i media francesi, la più inquietante recitava «Il museo diventerà un inferno». Al momento però non sono stati segnalati ostaggi né all’interno del museo né all’esterno e l’arresto del magrebino 25enne, entrato nella struttura attorno alle 6 del mattino, ha forse evitato la strage. Secondo la Procura di Draguignan (Provenza-Alpi-Costa Azzurra) è ancora troppo presto per parlare di potenziale attacco terroristico e non esclude che possa trattarsi di un gesto compiuto da uno squilibrato.

ATTACCO IN FRANCIA: ECCO COSA È SUCCESSO

Secondo Nice Matin, il giovane si è asserragliato all’interno del museo di Saint Raphael – dove sono custoditi reperti incredibili della chiesa medievale francese, manufatti del paleolitico e altri reperti archeologici di straordinaria importanza per la cultura europea – al mattino presto scrivendo diverse scritte di minacce in arabo. Aveva poi con sé un cartello e sarebbe stato visto da alcuni testimoni a torso nudo aggirarsi nel museo mentre lanciava poi pietre contro i primi poliziotti intervenuti per farlo desistere. Secondo Le Parisien l’uomo avrebbe urlato anche affermazioni incoerenti dando più la sensazione di uno squilibrato che non di un assassino pronto a fare una strage; il museo archeologico situato in rue de la Vieille Eglise, nel cuore della vecchia St-Raphael, si estende su un’area espositiva di 800 mq e per tutta la durata della mattinata di terrore l’intera area è stata chiusa e asserragliata dalla polizia e dalle forze anti-terrorismo. Poco prima delle 11.30 l’arresto decisivo e nelle prossime ore dovrebbero sapersi informazioni in più in merito a chi e perché abbia compiuto questo strano e folle gesto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA