Francia, nuova variante sconosciuta?/ Impennata casi a Compiègne: cosa sta succedendo

- Silvana Palazzo

Francia, sta circolando una nuova variante sconosciuta? Allarme dopo impennata di casi a Compiègne. Cosa sta succedendo? Indagini in corso: esclusa quella britannica…

compiegne covid orange 640x300
Francia, impennata casi a Compiègne

Una nuova impennata di contagi in Francia preoccupa le autorità sanitarie. Sono state registrate “fiammate” locali di contagi che poi sono esplose in maniera esponenziale in alcuni territori, alimentando negli ultimi giorni l’ipotesi che stia circolando una nuova variante sconosciuta del Covid, più contagiosa di quelle che sono state osservate finora. Il caso è scoppiato a Compiègne, a nord di Parigi, dove oltre 200 persone sono stati contagiate nell’ospedale locale. I sospetti sono subito caduti sulla variante inglese, ma l’ipotesi è stata subito esclusa dopo le analisi. Un fenomeno simile è stato registrato nel sud-ovest, così come nel centro e nell’est. In diversi ospedali si sta registrando una media più alta di contagi rispetto a quella nazionale.

Secondo gli ultimi dati forniti dalla direzione dell’ospedale del centro ospedaliero di Compiègne-Noyon, sono 172 i pazienti positivi al coronavirus e 70 dipendenti. I casi sono emersi dopo un’operazione di screening avviata in seguito a delle prime infezioni tra Natale e Capodanno. Ora risultano coinvolti entrambi gli stabilimenti del centro ospedaliero.

FRANCIA, IMPENNATA CASI: NUOVA VARIANTE?

Secondo Catherine Latger, direttore del centro ospedaliero, una nuova variante del coronavirus potrebbe essere «all’origine di questi contagi importanti avvenuti in un tempo così stretto». Le sequenze sono state esaminate la settimana scorsa sui primi ceppi ed è stata già esclusa l’ipotesi che dietro questo picco ci sia la variante britannica. Ma non si esclude la presenza di un’altra variante, al momento sconosciuta. «Stiamo continuando ad accogliere i pazienti che hanno bisogno di cure. Tutto sta funzionando normalmente, ma chiaramente ad un livello più piccolo», ha spiegato Latger, come riportato da Orange. I servizi di assistenza sono stati infatti mantenuti attivi, ma in forma ridotta. L’ospedale ha ridotto il numero dei posti letto del 30% nel giro di due settimane e riorganizzato i settori. Le operazioni non urgenti sono state cancellate, mentre alcuni pazienti sono stati reindirizzati al policlinico Saint-Come e ad altri ospedali del dipartimento. Nel frattempo, si attendono i risultati delle nuove indagini avviate per capire la causa di questa nuova impennata di contagi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA