FRANCO BATTIATO SI RITIRA/ Ultimo album, “ma c’è una sceneggiatura cinematografica”

- Stella Dibenedetto

Franco Battiato si ritira: “Torneremo insieme” sarà l’ultimo album dell’artista. Il manager Franz Cattini: “non sta male, ma non possiamo dire che…”.

Franco Battiato
Franco Battiato (Foto Wikipedia)

Non si placano le polemiche per la mancanza di chiarezza sulle condizioni di salute di Franco Battiato, che ha annunciato il suo ritiro dalla scena musicale. “Torneremo ancora” è il suo ultimo album, come confermato dai collaboratori e dal manager Franz Cattini, ma i seguaci del maestro possono comunque tirare un sospiro di sollievo. Come riporta Libero, l’agente del cantautore ha svelato che ci sono altri sbocchi: «C’ è una sceneggiatura cinematografica, realizzata con Francesco Martinotti, su Handel. Franco negli ultimi anni ha letto 18 libri sul compositore barocco, ma non è una semplice biografia. È una storia in cui c’ è anche un versante romanzato». Una novità interessante, inedita fino a qualche ora fa: vedremo dunque se presto o tardi ci sarà un seguito al lavoro di Battiato, dalle note al grande schermo… (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

“FRANCO BATTIATO NON STA MALE, MA…”

Franco Battiato torna in scena con un nuovo album che, però, sarà il suo ultimo lavoro come spiega il manager Franz Cottini. Il nuovo ed ultimo album di Battiato s’intitola “Torneremo ancora” ed èanche il titolo della canzone che apre l’antologia di composizioni famose di Battiato. Il nuovo album uscirà venerdì. Torneremo ancora è un brano struggente che comincia con un’introduzione sinfonica. Un ritorno attesissimo quello di Battiato che si prepara a dire addio alle scene per pensare solo alla propria salute. «Non c’è più nulla nei cassetti. Direi che questo è l’ultimo album di Franco Battiato», spiega Cottini come riporta il Corriere della Sera. L’annuncio del manager ha immediatamente allarmato i fans di Battiato, preoccupati per la salute del maestro. «Non possiamo dire che stia male, quando lo sentiamo al telefono dice di stare bene. Ma non sta sufficientemente bene da poter essere qui a parlare con tutti noi», chiarisce Cattini.

FRANCO BATTIATO, “TORNEREMO ANCORA ULTIMO ALBUM”: “NON CI SONO ALTRI PROGETTI”

Con “Torneremo ancora”, Franco Battiato si congeda dal proprio pubblico a cui, in questi anni, ha regalato delle grandi emozioni musicali. La nuova canzone, scritta con Juri Camisasca, «nasce da una richiesta di Caterina Caselli che voleva un brano per Bocelli — racconta Cattini come scrive il Corriere della Sera —. Franco aveva inciso la sua voce guida a cavallo fra 2016 e 2017 per farla sentire al tenore. Non se ne è poi fatto nulla. La voce è quella, l’orchestra invece è stata registrata a Londra a maggio, usando le partiture scritte all’epoca da Franco». Inizialmente, la canzone avrebbe dovuto chiamarsi «I migranti di Ganden» per un riferimento alla fuga dei monaci tibetani, ma leggendo il testo scritto da Battiato che è piuttosto una riflessione spirituale, è stato cambiato. Un album profondo, dunque, quello che Battiato ha deciso di regalare al pubblico e che sarà ricco di emozioni, le stesse che ha provato il maestro quando l’ha ascoltato. «Aver visto Franco stesso commuoversi durante l’ascolto finale dell’intero disco è stata la conferma che un lavoro importante era stato fatto, che avevamo dato vita a un documento che rende onore alla sua straordinaria carriera. Sono orgoglioso di questo, al di là del risultato artistico che ci ha appagati entrambi», ha dichiarato il direttore d’orchesta Carlo Guaitoli come riporta Leggo.

FRANCO BATTIATO, LA TRACKLIST DELL’ALBUM TORNEREMO ANCORA

Il nuovo album di Franco Battiato “Torneremo ancora” è composto da 14 brani che sono considerati i più rappresentativi della produzione artistica del maestro. I brani sono stati registrati durante le prove di alcuni concerti nel 2017 con la Royal Philharmonic Concert Orchestra, diretta dal Maestro Carlo Guaitoli. Le canzone contenute nel disco sono: “Torneremo ancora”, “Come un cammello in una grondaia”, “Le sacre sinfonie del tempo”, “Lode all’inviolato”, “L’animale”, “Tiepido aprile”, “Povera patria”, “Te lo leggo negli occhi”, “Perduto amor”, “Prospettiva Nevsky”, “La cura”, “I treni di Tozeur”, “E ti vengo a cercare”, “Le nostre anime”, “L’era del cinghiale bianco”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA