FRECCE TRICOLORI, OGGI COMINCIA GIRO D’ITALIA/ Video: verso Roma e il 2 giugno

- Silvana Palazzo

Frecce Tricolori oggi sopra i cieli della Lombardia: è cominciato il giro d’Italia della pattuglia acrobatica italiana. Folla e polemiche a Torino per gli assembramenti

frecce tricolori 2020 rai
Frecce Tricolori a Codogno e Milano

Oggi ha dunque preso il via il giro sui cieli d’Italia delle Frecce Tricolori, evento che si concluderà a Roma il 2 giugno, nel tradizionale appuntamento della Festa della Repubblica. Nella prima tappa di questo grande evento gli aerei della Pattuglia acrobatica nazionale sono passati sopra Trento, Codogno, Milano, Torino e Aosta. Una scelta anche simbolica, per portare colore e vicinanza ad alcune delle zone più colpire dall’emergenza coronavirus, compresa la cittadina in cui il primo focolaio si è rivelato alla nazione a fine febbraio. Lo spettacolo è stato estremamente emozionante per tutti gli italiani che hanno avuto anche modo di vedere lo spettacolo in televisione, nei prossimi giorni si continuerà a restare con il naso all’insù per veder passare le Frecce, in attesa del grande appuntamento del 2 giugno. (agg. di Fabio Belli)

FRECCE TRICOLORI, POLEMICHE SUGLI ASSEMBRAMENTI

Le Frecce Tricolori in giro per l’Italia per abbracciare simbolicamente tutta la nazione. Il “tour” è cominciato oggi, con la Pattuglia Acrobatica nazionale che ha sorvolato Trento e la valle dell’Adige, poi Milano. Hanno infatti omaggiato la Lombardia, la regione più colpita dal coronavirus, anche con un passaggio sopra Codogno. Il primo passaggio sopra Trento: è stato breve ma spettacolare. Poi hanno sorvolato Milano, passando sopra piazza del Duomo e la cattedrale simbolo della città. Quindi hanno sorvolato Codogno, per un omaggio alle vittime del Covid-19 e a chi lotta contro il coronavirus. Verso le 15.15 di oggi, lunedì 25 maggio, le Frecce Tricolori sono comparse nei cieli di Torino. L’abbraccio è stato accolto con gli applausi di piazza Castello, protagonista di un caso: si è infatti creata una folla tale per il passaggio della Pattuglia Acrobatica Nazionale che sono scoppiate le polemiche per gli assembramenti. (agg. di Silvana Palazzo)

FRECCE TRICOLORI, IN ARRIVO NUOVI AEREI

Tutti col naso all’insù in numerose città italiane quest’oggi, grazie allo spettacolo delle Frecce Tricolori. E’ iniziato infatti quest’oggi il “giro d’Italia” della pattuglia acrobatica tricolori, che toccherà numerose tappe accompagnando la nostra nazione fino alla festa della Repubblica del prossimo 2 giugno. Frecce che si apprestano tra l’altro a cambiare aereo, visto che da tempo è in corso il progetto per l’M345, velivolo che andrà ad integrare gli M3436, l’aereo attualmente impiegato per i voli acrobatici: «I nuovi aerei – ha fatto sapere il gruppo Leonardo, impegnato nella realizzazione del caccia – progettati per soddisfare i requisiti di addestramento basico e basico-avanzato, andranno ad integrare gli M-346 impiegati per la fase avanzata dell’addestramento dei piloti e, nell’ambito del progetto International Flight Training School, supporteranno il consolidamento del processo di crescita e internazionalizzazione dell’offerta formativa lanciata da Leonardo in partnership con l’Aeronautica militare». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

FRECCE TRICOLORI, OMAGGIO CODOGNO E MILANO

Lo spettacolo delle Frecce tricolori nel cielo della Lombardia. La pattuglia acrobatica dell’Aeronautica militare ha sorvolato le zone più colpite dalla pandemia di coronavirus in Italia per un omaggio commovente. Con i colori della bandiera italiana hanno colorato Codogno, la prima zona rossa dell’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese, e così pure Lodi e Milano. Le Frecce tricolori erano partite da Trento, ma oggi effettueranno un sorvolo anche a Torino e Aosta. Domani invece tocca a Genova, Firenze, Perugia e L’Aquila, mentre mercoledì sarà il turno di Cagliari e Palermo, quindi Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli e Campobasso giovedì. Infine, venerdì le Frecce tricolori voleranno su Loreto, dove ha sede l’omonimo santuario della Madonna protettrice dell’Arma Azzurra, poi Ancona, Bologna, Venezia e quindi Trieste. Un piccolo giro d’Italia in cinque giorni per portarci alla Festa della Repubblica del 2 giugno. Sono 21 quindi le città sorvolate per un #AbbraccioTricolore storico. E simbolicamente il tour si chiuderà con il sorvolo di Roma, il 2 giugno.

FRECCE TRICOLORI: UN “TOUR” FINO ALLA FESTA DEL 2 GIUGNO

La Pattuglia Acrobatica Nazionale ha cominciato, dunque, una serie di sorvoli per toccare tutte le regioni italiane e abbracciare in maniera simbolica tutta l’Italia con i fumi tricolori. Un tour in segno di unità e solidarietà, per la ripresa. «La nostra bandiera è simbolo di unità: da oggi le Frecce Tricolori la disegneranno ogni giorno nel cielo italiano, sorvolando tutte le regioni. Sarà un grande abbraccio agli italiani che si chiuderà a Roma il 2 giugno per la Festa della Repubblica», ha scritto su Twitter il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini. Emozionanti le immagini che arrivano da Codogno, gli applausi dalla piazza riempita dalle persone che hanno rispetto le distanze ma non si sono persi lo spettacolo delle Frecce tricolori. A tal proposito l’Aeronautica Militare aveva twittato prima del sorvolo: «Le @FrecceTricolori sono appena decollate da Rivolto per sorvolare le città di Trento, Codogno, Milano, Torino e Aosta per regalare un grande #AbbraccioTricolore che farà sentire tutti #DistantiMaUniti!».



© RIPRODUZIONE RISERVATA