Fuori dal coro, troupe aggredita a colpi di catena/ Video choc: sfondato vetro auto

- Davide Giancristofaro Alberti

Paura per la troupe di Fuori dal coro, aggredita a Cuneo da un 30enne cubano che aveva occupato abusivamente una casa: ecco cosa è successo

fuori dal coro troupe 2021 fb 630x300
Troupe Fuori dal coro aggredita (Facebook)

Una troupe della trasmissione di Rete Quattro, Fuori dal Coro, è stata aggredita nella serata di ieri. L’episodio scioccante è avvenuto nelle strade di Cuneo, nota cittadina del Piemonte, e quanto accaduto verrà mandato in onda durante la puntata in diretta trasmessa questa sera. Ad denunciare il tutto è stata la pagina Facebook ufficiale di Fuori dal Coro, in cui si legge: “Una troupe di #Fuoridalcoro è stata aggredita ieri sera a Cuneo da un trentenne armato di una grossa catena in metallo. Ferita la giornalista: 20 giorni di prognosi.L’uomo è stato denunciato per lesioni, danneggiamenti e minacce. La troupe stava girando un servizio per la nostra inchiesta sui cosiddetti “ladri di case”. Domani sera su #Rete4 tutti gli sviluppi”.

Da tempo la trasmissione si sta dedicando a coloro che occupano abusivamente le case altrui senza averne ovviamente diritto, e spesso e volentieri la troupe di Fuori dal Coro è stata presa a parole non proprio ortodosse, con conseguenti liti e tensioni. Mai comunque fino ad ora era accaduto che qualcuno aggredisse gli inviati di Rete Quattro addirittura con una catena, così come mostrato dal video pubblicato subito qui sotto.

TROUPE DI FUORI DAL CORO AGGREDITA: 30ENNE CUBANO DENUNCIATO

La troupe di Fuori dal coro stava intervistando una coppia con un bimbo piccolo in zona Corso 4 Novembre, quando un 30enne di origini cubane li ha aggrediti. Le immagini del resto sono eloquenti, con l’aggressore che colpisce più volte gli inviati, danneggiando tra l’altro anche un’auto in sosta. I giornalisti sono stati colpiti a braccia, gambe e petto, non soltanto con una catena, per poi spaccare il vetro dell’auto di servizio di Mediaset, dove la giornalista si era rifugiata terrorizzata per scappare dal folle. La stessa è fortunatamente riuscita a chiamare gli uomini del 112, che si sono poi presentati sul posto per fermare il cubano, denunciato in seguito per lesioni, minacce e danneggiamenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA