Gabriele Cirilli “Inter mafiosa, Barella buffone”/ Poi video scuse “Caduta di stile”

- Silvana Palazzo

Gabriele Cirilli, insulti choc contro Inter: “Squadra mafiosa, Barella buffone”. Poi cancella i tweet e pubblica un video di scuse: “Caduta di stile, ha prevalso eccesso di passione”

gabriele cirilli tw 640x300
Gabriele Cirilli (da video Twitter)

«Voglio salutare tutti i tifosi Interisti con stima e che stasera vinca il migliore. Forza Juve». Questo è quel che rimane sulla pagina Twitter di Gabriele Cirilli dopo la partita di Supercoppa tra Inter e Juventus, oltre ad un video in cui si scusa. Nel mezzo ci sono una serie di tweet di insulti che il comico ha preferito cancellare nelle ultime ore (ma sono riportati da Fanpage), anche perché avevano destato a dir poco scalpore. «I telecronisti sarebbero da radiare… Basta interisti a fare la telecronaca», aveva cominciato mettendo nel mirino i telecronisti di Canale 5 accusati di parzialità. Poi lascia spazio alla fede bianconera, esagerano: «La Juve è maltrattata dagli arbitri perché l’Inter è una squadra mafiosa».

Gabriele Cirilli se la prende anche con «Barella buffone», perché protesta troppo e in maniera plateale. «Di Barella che si tuffa ci ridono anche all’estero e questo ha psicologicamente ucciso l’arbitro che non vedeva l’ora di dare rigore». Ma non è finita qui, perché poi ha attaccato anche l’allenatore Simone Inzaghi: «L’Inter è talmente antipatica che solo uno come Inzaghi poteva prendere».

GABRIELE CIRILLI, SCUSE DOPO INSULTI ALL’INTER

Non è la prima volta che Gabriele Cirilli si rende protagonista di episodi di questo tipo. Ad esempio, tempo fa aveva dato libero sfogo alla sua foga prendendosela con i telecronisti di Sky, anche loro «interisti». In quel caso provocò la reazione di Fabio Caressa: «Ci sono comici che non fanno ridere più da 20 anni che pur di avere un po’ di follower si mettono a scrivere di calcio e fanno i populisti per qualche like». Stavolta comunque sono arrivate le scuse. Il comico lo chiama «video chiarificatore e di scuse», perché durante la partita di Supercoppa tra Inter e Juventus si è «lasciato andare in termini inappropriati, infelici e fuori luogo».

Quindi, Gabriele Cirilli ha chiesto scusa all’Inter, ai suoi tifosi nerazzurri, ai giocatori e all’arbitro, ma più in generale a tutti «per la mia caduta di stile». Gabriele Cirilli l’ha giustificata spiegando che «l’immagine pubblica è andata in conflitto con la sfera privata». Inoltre, ha spiegato di essere stato ospite dell’Inter, in particolare di Moratti e Facchetti, in un ritiro a Bormio in cui distribuì panini ai tifosi. «L’eccesso di passione ha prevalso, porgo le mie scuse», ha chiosato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA